La risposta dell’avv.Sandrucci alla revoca del mandato della Lipu

0
18

Questo contenuto è bloccato. Accetta i cookie per visualizzarlo.

Ha sorpreso non poco la revoca dall’incarico di responsabile legale della LIPU, prima di tutto perché trasmessa direttamente alla stampa senza alcuna doverosa e decorosa comunicazione preventiva alla sottoscritta, ma soprattutto per il contenuto e le motivazioni addotte dal responsabile LIPU. Stefanucci,sottolinea l’avv.Sandrucci, rinnega se stesso e tutta l’attività svolta in prima persona da oltre un anno contro il parcheggio fluviale e l’Ipermercato Zamparini, la cui realizzazione fu segnalata proprio dallo stesso Stefanucci all’attenzione dei soci LIPU.Infatti è la LIPU ad aver inoltrato il ricorso al TAR contro il Parcheggio Fluviale, che è tuttora pendente per la decisione nel merito e che, alla luce dei recenti eventi, assume notevole rilievo ed attualità. Lo stesso Stefanucci, continua la nota dell’avv.Sandrucci, ha presentato assieme ad Altrabenevento e a Rifondazione Comunista il dossier Ipermercato Zamparini e le denunce alla Procura della Repubblica contro il parcheggio mai realizzato (le foto più volte pubblicate su tutti i giornali sono proprio di Stefanucci).Ancora di recente ha sottoscritto le opposizioni della LIPU, SLAI – COBAS alla delibera n°84 del e una serie infinita di diffide ed esposti. Di fronte a tali precedenti l’avv. Sandrucci si chiede del perché oggi il delegato della LIPU pretende di mettere il bavaglio alla sottoscritta (che ribadisce e conferma tutte le motivazioni e le opposizioni sulla vicenda Zamparini) e rinneghi l’opposizione da lui stesso propugnata in una questione che è di per sé ineludibile ed inquietante.E sulla vicenda c’è anche una dichiarazione di Vincenzo Fioretti nella quale si sottolinea che dopo oltre un decennio devo prendere atto che il rapporto di fiducia con l’amico Marcello Stefanucci è venuto meno. Sono costernato oltretutto dal modo con il quale l’ha comunicato, sia me che all’avv. Sandrucci, formalizzando questa spaccatura prima all’esterno e poi, a cose fatte, ai diretti interessati. Fioretti si dice , oltremodo sorpreso e preoccupato che questo dissenso venga divulgato clamorosamente, dopo un periodo di intenso impegno ambientalista che ha visto la LIPU occuparsi, tra le tante, della questione Zamparini. Se l’ impegno profuso ha in qualche modo messo in imbarazzo altri attivisti della LIPU Fiorette non comprende del perché questo non sia stato comunicato all’interno delle riunioni nelle quali per la verità si è sempre trovato un comune accordo o almeno così sembrava. Per quanto riguarda la difesa dei principi e delle idee di tutela e di promozione ambientale,Fioretti conclude sottolineando che questa vicenda non gli impedirà di continuare a profondere l’impegno che ho sempre dimostrato né tanto meno sono disposto ad acconsentire che qualche “amico” possa lontanamente pensarlo, con la speranza di ritrovarlo in futuro.

Questo contenuto è bloccato. Accetta i cookie per visualizzarlo.

ARTICOLI CORRELATI

Questo contenuto è bloccato. Accetta i cookie per visualizzarlo.


LASCIA UN COMMENTO (Il commento dovrà essere approvato dalla redazione)

Please enter your comment!
Please enter your name here