Scuola regionale di Polizia Locale

0
3

Questo contenuto è bloccato. Accetta i cookie per visualizzarlo.

La Scuola regionale di Polizia Locale, prendendo spunto dall’ennesimo grave incidente stradale verificatosi nei giorni scorsi nel Sannio e che ha visto coinvolte ancora una volta il sabato sera persone molto giovani, ha preso l’iniziativa di scrivere a tutte le maggiori autorità istituzionali del territorio (Presidente dell’Amministrazione Provinciale, Sindaco di Benevento, Prefetto, Questore, Comandante Provinciale dei Carabinieri, Dirigente del C.S.A. e Presidente dell’Automobile Club) per progettare insieme interventi a carattere formativo in materia di prevenzione e sicurezza stradale.Nella missiva, a firma del Dirigente Responsabile della Scuola Regionale Avv. Ugo Barbieri, si propone di realizzare, in spirito di sinergia con le altre istituzioni, delle azioni formative che coinvolgano due tipologie di destinatari: gli studenti delle scuole superiori per sensibilizzarli ad un coretto comportamento sulla strada e un’utenza professionale per potenziare nel tempo, in una logica di “formazione-formatori”, un costante lavoro di prevenzione e di educazione su queste tematiche.Nella proposta avanzata si delinea anche una metodologia che consiste in una prima fase conoscitiva basata circa i comportamenti e le conoscenze degli studenti delle scuole superiori della Provincia di Benevento, a cui seguirà la programmazione di attività formative in materia di sicurezza stradale.L’avv. Barbieri auspica che al più presto possa essere creato un tavolo finalizzato ad attività di programmazione concordata per realizzare iniziative, che anche sul piano preventivo, possano far sì che le “stragi del sabato sera” non si ripetano con l’attuale inaccettabile frequenza, consentendo soprattutto ai più giovani di acquisire quelle cognizioni che limitino condotte pericolose, nelle più disparate condizioni ambientali, alla guida delle diverse tipologie di autoveicoli e motoveicoli.

Questo contenuto è bloccato. Accetta i cookie per visualizzarlo.

ARTICOLI CORRELATI

Questo contenuto è bloccato. Accetta i cookie per visualizzarlo.


LASCIA UN COMMENTO (Il commento dovrà essere approvato dalla redazione)

Please enter your comment!
Please enter your name here