Palazzo Paolo V

0
4

Questo contenuto è bloccato. Accetta i cookie per visualizzarlo.

I sottoscritti consiglieri comunali del gruppo di Forza Italia Alessandro Consales e Luigi De Minico, fanno presente di essere venuti a conoscenza, della volontà dell’amministrazione comunale in carica, attraverso le parole del Sindaco in una recente riunione, di non voler più utilizzare la sala “ex cinema Vittoria” di Palazzo Paolo V, quale sale per le assisi del consiglio comunale.Vogliamo ricordare, che Palazzo Paolo V, riconsegnato alla città dalla precedente amministrazione dopo anni di impegno per superare le tante difficoltà tecniche, amministrative e giudiziarie sorte con le amministrazioni degli anni ’80 inizi ’90, è sempre stato sede comunale.Dare allo stesso una diversa destinazione, significherebbe, a nostro avviso, offendere tutti i nostri concittadini che aspettano dopo anni di rivedere quel palazzo vivere Istituzionalmente la vita della nostra città. E’ appena il caso di menzionare che la precedente amministrazione, pur avendo previsto che al suo interno si potessero determinare momenti culturali di grande rilevanza, scelta, per la verità, non totalmente condivisa dai sottoscritti in quanto nella nostra città vi sono altre strutture che potrebbero essere destinate a tanto, aveva comunque fatto in modo che “il Palazzo” conservasse le funzioni istituzionali più importanti. Infatti, parte dei locali erano stati destinati a sede di rappresentanza del sindaco e cosa ancora più importante, a sede del Consiglio comunale.La scelta di destinare la sala dell’ex cinema Vittoria ad aula consiliare, non è avvenuta per caso ma con il preciso intento di avvicinare sempre più l’amministrazione ai cittadini, consentendo agli stessi un facile accesso per seguire i lavori del Consiglio. Per quanto sopra, ai sensi degli articoli 70 e 71 del vigente regolamento del Consiglio comunale, rivolgiamo formale interrogazione ed interpellanza con risposta scritta e verbale nel primo consiglio utile per conoscere : se il sindaco ritiene che Palazzo Paolo V possa essere sede dell’ente Comune oppure vorrà dare allo stesso una destinazione diversa. se se il sindaco considera palazzo Mosti, scelto come sede provvisoria, nelle more che si realizzassero i lavori di restauro di palazzo Paolo V, sede definitiva del Comune e se sì, quali i motivi siano essi politici, amministrativi e logistici, che La porterebbero a fare una scelta del genere.Benevento 9.11.06 Alessandro Consales Lugi De Minico

Questo contenuto è bloccato. Accetta i cookie per visualizzarlo.

ARTICOLI CORRELATI

Questo contenuto è bloccato. Accetta i cookie per visualizzarlo.


LASCIA UN COMMENTO (Il commento dovrà essere approvato dalla redazione)

Please enter your comment!
Please enter your name here