FILT CGIL – FIT CISL – UILTRASPORTI – UGL

0
7

Questo contenuto è bloccato. Accetta i cookie per visualizzarlo.

Nell’incontro, il primo dall’insediamento della nuova presidenza, sono stati affrontati tutti gli aspetti, logistici, economici ed organizzativi, da cui ne è scaturito un quadro di assieme che se da un lato ci evidenzia lo stato di difficoltà in cui versa l’azienda dall’altro ci consegna la determinazione del nuovo Consiglio di Amministrazione nel rilancio dell’Azienda. In maniera particolare ha destato enorme preoccupazione la condizione economica in cui versa l’AMTS. Negli ultimi tre anni si è registrata una passività di 700 mila euro l’anno, assestando così un duro e consistente colpo al capitale sociale, che in questi tre anni e sceso dai 3 milioni di euro ai 900 mila euro, ed alla stabilità economica dell’Azienda stessa. Sono evidenti le scelte del passato C.dA. e dell’Amministrazione Comunale uscente innanzitutto nel nascondere il vero stato economico dell’AMTS. La mancanza di una strategia di rilancio delle attività aziendali è stata riscontrata soprattutto nell’aver appreso di un piano di vendita del 49% del capitale sociale, che aggiunta alla mancata disponibilità di chiusura dei contenziosi in corso con i dipendenti ci consegna un’eventuale scenario fallimentare a cui il vecchio CdA puntava. Il conoscere lo stato di salute “vero” dell’Azienda ci consegna le responsabilità dei vecchi amministratori e ci evidenzia la difficoltà con cui, nuovi amministratori, dipendenti e parti sociali, saranno chiamati a misurarsi.FILT, FIT, UILT E UGL accolgono positivamente la disponibilità “reale” del nuovo CdA in merito al ritorno alla concertazione con il coinvolgimento delle parti sociali sin dalla stesura del piano stesso; approvano i nuovi indirizzi di rilancio dell’azienda che dovrà avvenire attraverso l’ampliamento del contratto di servizio con il Comune di Benevento; sottolineano, infine, la chiusura del contenzioso con i lavoratori part-time, più volte richiesto dalle scriventi OO.SS., in quanto risponde alle richieste dei lavoratori e evita di esporre l’azienda ad ulteriori danni economici liberando risorse economiche decisive al rilancio.Se il buon giorno si vede dal mattino, alla luce dei primi provvedimenti del nuovo CdA, possiamo dire che siamo difronte ad un nuovo giorno. È chiaro che il ruolo a cui le scriventi OO.SS. sono chiamate non sarà mai messo in discussione ne verrà meno. In modo concertativo e partecipato, così come ci ha evidenziato il nuovo Presidente Troiano, vogliamo contribuire al risanamento economico ed al rilancio delle attività dell’Azienda pubblica del trasporto urbano di Benevento, nonché alla costruzione di un soggetto unico per la gestione del trasporto pubblico locate (TPL) dell’intera provincia di Benevento di cui l’AMTS dovrà esserne l’attore principale. Progetto questo che rilancerebbe le velleitarie volontà fino ad oggi dimostrate. Ci attiveremo, infine, affinché l’amministrazione comunale di Benevento riveda la volontà di vendita del 49% dell’AMTS, approvata dall’uscente amministrazione comunale, chiedendo, nel contempo, il coinvolgimento delle scriventi in occasione della redazione dei piani di programmazione e pianificazione della mobilità sul territorio.

Questo contenuto è bloccato. Accetta i cookie per visualizzarlo.

ARTICOLI CORRELATI

Questo contenuto è bloccato. Accetta i cookie per visualizzarlo.


LASCIA UN COMMENTO (Il commento dovrà essere approvato dalla redazione)

Please enter your comment!
Please enter your name here