Il Consiglio provinciale

0
5

Questo contenuto è bloccato. Accetta i cookie per visualizzarlo.

Il progetto, illustrato dall’assessore al ramo Carlo Petriella, che è parte dell’accordo di cooperazione a suo tempo sottoscritto tra le Province di Benevento e Bergamo per lo scambio di esperienze e di conoscenze, consiste nella stabilizzazione dei rifiuti e residui organici, di biomasse agricole e forestali. Il processo dell’ossidoriduzione trasforma le frazioni di rifiuto in materiale non più putrescibile e biostabilizzato mediante un processo chimico-fisico in grado di trattenere gli elementi inquinanti con l’eccezione ovviamente di carta, vetro o ferro. I vantaggi dell’ossidoriduzione consistono nella rapidità del processo di aggressione e trasformazione del rifiuto (120 minuti), nell’assenza di cattivi odori e nella produzione finale di poliuretano espanso riutilizzabile per pannelli isolanti, fonoassorbenti, ignifughi, etc. A monte di tutto, però, è necessario avviare la raccolta differenziata casa per casa. Il progetto presentato al Consiglio provinciale prevede come bacino di utilizzo esclusivamente il Sannio. Secondo il presidente Nardone, il progetto dimostra la volontà degli enti locali di essere protagonisti nei processi di sviluppo mediante proprie originali proposte a basso impatto ambientale: anzi, il programma di ossidoriduzione può comportare l’abolizione delle discariche, cioè dei siti dove in pratica si interra il rifiuto senza nemmeno trattarlo con gravi rischi per l’ambiente.

Questo contenuto è bloccato. Accetta i cookie per visualizzarlo.

ARTICOLI CORRELATI

Questo contenuto è bloccato. Accetta i cookie per visualizzarlo.


LASCIA UN COMMENTO (Il commento dovrà essere approvato dalla redazione)

Please enter your comment!
Please enter your name here