Presentato il Seminario itinerante di progettazione Villard

0
43

Questo contenuto è bloccato. Accetta i cookie per visualizzarlo.

“La città di Benevento – ha spiegato il sindaco di Benevento, Fausto Pepe – si sta dotando di un piano strategico, interrogandosi sulla specificità del proprio patrimonio di risorse storiche, ambientali, sociali e di capacità produttiva. L’associazione culturale interuniversitaria “Villard d’Honnecourt” parteciperà a tale processo fornendo un contributo scientifico e di idee ed impegnandosi nella individuazione di visioni strategiche a lungo termine su aree e temi considerati nodali per la città”.Gli obiettivi principali delle attività saranno articolati attraverso un’indagine conoscitiva e progettuale su alcune aree strategiche per la trasformazione e riqualificazione della città in rapporto al suo territorio ed alle strategie di connessione europea, oltre che attraverso una ricerca progettuale sul rapporto dello sviluppo urbano con le importanti preesistenze archeologiche, sul paesaggio (con particolare riferimento alla qualificazione dei fiumi ed il sistema dei parchi) ed, infine, sul sistema infrastrutturale di connessione con le reti nazionali ed internazionali, in quanto Benevento è cerniera tra i corridoi I ed VIII. Si punterà, inoltre, allo sviluppo di un dibattito culturale attorno ai temi della riqualificazione urbana, nonché all’elevazione della coscienza della città e del suo territorio attraverso mostre e conferenze.”Villard – ha spiegato l’architetto Roberto Serino, responsabile scientifico dell’associazione Villard per l’Università Federico II di Napoli – è un seminario itinerante di progettazione che si svolge attraverso 11 facoltà di architettura italiane: Ascoli Piceno, Genova, Milano Bovisa e Milano Leonardo tramite la prestigiosa Triennale di Milano, Napoli, Venezia, Palermo, Parma, Pescara, Reggio di Calabria, Roma 3, Venezia, dall’ottobre al luglio di ogni anno accademico. Prende il nome da Villard de Honnecourt, architetto del periodo gotico, chierico itinerante, attivo nella seconda metà del Duecento, che fu l’inventore di un’originale didattica dell’architettura, basata sull’esperienza e l’osservazione diretta. Il programma di Villard 8 prevede la messa a punto di un progetto, proposto da amministrazioni comunali o altri enti, il cui tema viene presentato all’inizio del seminario e sviluppato nel corso delle diverse tappe che ne costituiscono l’ossatura tramite revisioni collettive e con l’apporto dei docenti e tutor delle facoltà partecipanti. L’iter seminariale è scandito da incontri mensili di due giorni, con conferenze, visite e dibattiti dedicati sia alla scoperta delle diverse città, sia alla discussione di questioni rilevanti nell’attuale dibattito architettonico. Il seminario si conclude con un workshop finale, svolto nella città che promuove il progetto d’anno, in cui vengono presentati i progetti elaborati nel corso del seminario”.Ecco di seguito il programma dell’iniziativa:Mercoledì 29 novembre – Villa dei Papi, Pace Vecchia Ore 14.30 Inaugurazione seminario internazionale Villard 8Saluti:Fausto Pepe – Sindaco di BeneventoCarmine Nardone – Presidente della Provincia di BeneventoFilippo Bencardino – Rettore Università degli Studi del Sannio Benedetto Gravagnuolo – Preside della Facoltà di Architettura dell’Università degli Studi Federico II di NapoliRelazioni:Alberto Ferlenga – Università IUAV di Venezia e Presidente associazione Villard”Continuità di una ricerca”Giuliana Tocco – Sovrintendente ai Beni archeologici di Benevento Avellino e Salerno “Archeologia e città”Ore 19.30 Proiezione videoGiovedì 30 novembre – Villa dei Papi, Pace VecchiaOre 9.00Presentazione dei temi di progetto Pippo Ciorra – Università di Camerino – Coordinatore VillardAngelo Mancini – Responsabile del Piano strategico di BeneventoVincenzo Carbone – Responsabile del Puc del Comune di BeneventoRoberto Serino – Università di Napoli Federico IILilia Pagano – Università di Napoli Federico IIFernanda De Maio – Università IUAV di VeneziaOre 12.00 Sopralluoghi nelle aree di progetto Ore 16.00 RelazioniGiovanni Menzione “Opere e artefici tra i due terremoti del 1688 e 1702″Marcello Stefanucci “Benevento, città fluviale”A seguire la discussione sui temi di progetto

Questo contenuto è bloccato. Accetta i cookie per visualizzarlo.

ARTICOLI CORRELATI

Questo contenuto è bloccato. Accetta i cookie per visualizzarlo.


LASCIA UN COMMENTO (Il commento dovrà essere approvato dalla redazione)

Please enter your comment!
Please enter your name here