Aldo Damiano: la Giunta si occupi dei probemi importanti della città

0
8

Questo contenuto è bloccato. Accetta i cookie per visualizzarlo.

Oramai non è più possibile ignorare quello che quotidianamente avvertiamo e in molti casi solo a bassa voce riteniamo opportuno sussurrare tra di noi.
 Non è più tempo di disinteressarsi di quanto accade intorno a noi e di quanto drammatica  stia diventando la realtà sociale anche della nostra comunità;  è tempo che con forza il consiglio comunale tutto,  e soprattutto noi che di questo siamo maggioranza,  si attivi ed apra una seria riflessione sul modo migliore per affrontare il periodo difficoltoso  che abbiamo di fronte e che ci auguriamo sia breve.
E’ tempo  che gli amministratori ritornino a far “politica”  confrontandosi e indirizzando le scelte della nostra comunità.
Questi mesi di governo di fatto hanno  messo da parte ogni forma di partecipazione e di condivisione relegando il consiglio comunale a luogo di ratifica e non di proposizione;  più volte abbiamo dovuto sostenere scelte né  partecipate né condivise per le quali e venuto meno un qualsivoglia confronto che avesse come oggetto di discussione gli indirizzi politici per affrontare nel migliore dei modi le difficoltà e i sacrifici che ci aspettano. La  crisi che investe la società tutta di certo non può essere risolta da una comunità locale ma la si può affrontare adeguatamente ed unitariamente provando  almeno a lenirne gli effetti.
Negli ultimi mesi sono mancate “forse” la volontà, la determinazione e l’occasione e finanche il  luogo in cui confrontarsi, che io ricordi infatti, alcuna riunione,  su tematiche  importanti e stata tenuta.
E allora  domande e  perplessità nascono spontanee, ma dove porla? A chi porle? Quale diventa l’agora in cui una comunità può provare a darsi degli obbiettivi , delle soluzioni e delle speranze?
Benevento, come  tutti noi sappiamo, è una piccola comunità che su temi cruciali quali il disagio sociale,il lavoro, il commercio, lo sviluppo,  temi oggi cruciali, può e deve partecipare e provare a darsi delle risposte, le migliori possibili , esonerando  l’ amministrazione attiva dall’assumere in solitudine decisioni che  fino ad oggi hanno di fatto segnato il passo.
Se non si aprirà subito tale confronto continueremo a subire decisioni e scelte  che vanno assolutamente in senso contrario ai tempi che viviamo . E tempo di realismo e di concretezza!
Ad esempio e pensabile che oggi , a seguito della liberalizzazione degli orari di apertura delle attività commerciali, si discute ancora se i vigili debbano o meno fare il terzo turno poiché di fatto probabilmente la loro presenza in servizio potrebbe dover essere  di  24 ore giornaliere?
E’ pensabile nella condizione di carenza occupazionale di oggi prevedere cosi come la giunta ha deliberato l’eliminazione delle cooperative che manutenevano il verde pubblico lasciando di fatto senza lavoro decine e decine di addetti per percorrere la scelta di una gara unica?
E’ Pensabile di poter  dare specifici indirizzi al settore Urbanistica al fine di creare una corsia preferenziale relativamente alle richieste di costruzioni di attività produttive le quali di certo creerebbero occupazione?
E’ pensabile  di poter intervenire nelle contrade con interventi di pulizia delle cunette con disoccupati cittadini ?
Esempi questi che tendono a fare di fatto oggi quello che non si e mai fatto in passato provando a inventarsi soluzioni che diano risposte occupazionali, osando, impegnandosi e non continuando a non trovare soluzioni idonee anche quando vi sono fondi a disposizione, una su tutte la vertenza dei dipendenti dei consorzi,  vicenda questa per la quale appare chiaro che non si e riusciti a trovare ad oggi ne il luogo ne la volontà di risolvere tale questione.
L’appello dunque è ad aprire un confronto, al più presto,  tra di noi e con la città (comitati, associazioni di categorie, sindacati, ordini professionali)  sul futuro della nostra comunità.  
Aldo Damiano
Capogruppo Lealtà per Benevento     

Questo contenuto è bloccato. Accetta i cookie per visualizzarlo.

ARTICOLI CORRELATI

Questo contenuto è bloccato. Accetta i cookie per visualizzarlo.


LASCIA UN COMMENTO (Il commento dovrà essere approvato dalla redazione)

Please enter your comment!
Please enter your name here