De Vezze: \”Esperienza stimolante\”

0
13

Questo contenuto è bloccato. Accetta i cookie per visualizzarlo.

Il suo arrivo garantisce un uomo di nerbo e di esperienza, ma soprattutto permette di colmare un vuoto in mezzo al campo che si palesa sin dall’inizio di questa stagione. Da parte sua, nonostante abbia calcato palcoscenici importanti, Daniele De Vezze si presenta con la dovuta umiltà al popolo giallorosso. Quella di Benevento la definisce un’esperienza stimolante sia perché vuole dimenticare in fretta la brutta esperienza di PergoCrema, ma anche perché ha voglia di ritornare a parlare di calcio, dopo quattro mesi da incubo: "Ho accettato Benevento – esordisce l’ex centrocampista del Torino – perché ho voglia di giocare a calcio e sono convinto di poterlo fare bene qua. Questa società mi ha cercato con insistenza, ho avuto anche altre proposte, ma molte non le ho neanche prese in considerazione. Il primo impatto è stato più che positivo: ho notato subito che si adoperano metodologie di allenamento diverse che sinceramente mi hanno colpito. Pensavo di trovare i miei nuovi compagni con il morale a terra dopo la brutta sconfitta con il Foggia, invece li ho visti sereni e concentrati sul proprio lavoro". Ma come mai un giocatore del genere è rimasto senza squadra per tanto tempo?: "Mi sono trovato in una situazione paradossale che francamente non mi aspettavo di vivere, anche perché venivo da una buona stagione con il Torino dove sono stato praticamente sempre titolare. Forse ho pagato questa fase involutiva che sta vivendo il calcio e per questo sono stato costretto ad accettare il PergoCrema, ma me ne sono da subito pentito. Ora spero di inserirmi da subito nella mia nuova squadra e di fare bene: ho voglia di dare un contributo importante a questa piazza. Non conosco la classifica, ma il campionato è lungo e sono convinto che, se riuscissimo a trovare la giusta quadratura, con la qualità che abbiamo, possiamo risalire subito. Ovviamente, servirà anche l’apporto e il sostegno dei tifosi, specialmente nelle partite casalinghe: qui si vive di calcio e sono convinto che i nostri sostenitori ci daranno una grossa mano". Nessun problema dal punto di vista fisico: "In questo periodo ho dovuto allenarmi da solo, perché la mia ex società aveva deciso così. Io però mi sento bene, anche perché fino al 20 dicembre ho giocato e sono pronto anche a scendere in campo a Lumezzane, se il mister dovesse decidere di puntare su di me".

Massimiliano Mogavero per LoStregone.net

Questo contenuto è bloccato. Accetta i cookie per visualizzarlo.

ARTICOLI CORRELATI

Questo contenuto è bloccato. Accetta i cookie per visualizzarlo.


LASCIA UN COMMENTO (Il commento dovrà essere approvato dalla redazione)

Please enter your comment!
Please enter your name here