Deferimento per il Benevento e per il Presidente Oreste Vigorito

0
17

Questo contenuto è bloccato. Accetta i cookie per visualizzarlo.

Il Procuratore Federale ha deferito alla Commissione Disciplinare Nazionale il Benevento Calcio in merito al trasferimento di Sebastian Bueno. Deferiti inoltre il presidente Oreste Vigorito, lo stesso attaccante argentino e il suo agente Gennaro Palomba.

Queste le motivazioni:

il sig. GENNARO PALOMBA, agente di calciatori iscritto nell’elenco della F.I.G.C.:

– per aver operato quale agente di calciatori in situazione di conflitto di interessi in quanto agente del sig. Sebastian Andres Bueno nell’ambito della stipula del contratto con il Benevento Calcio S.p.A., nonché al contempo avendo assunto formale mandato dalla società, ed in tal modo facendo sì che il suo compenso venisse corrisposto dalla società, in violazione dell’art. 1, comma 1, del Codice di Giustizia Sportiva, degli artt. 10, comma 4, 12, commi 1 e 7, e 15, commi 1, 2 e 10, del regolamento Agenti di calciatori previgente, 
– per non essersi assicurato che il suo nome fosse chiaramente indicato nel contratto stipulato tra Benevento Calcio S.p.A. ed il calciatore Sebastian Andres Bueno, in relazione al quale aveva ricevuto mandato dalla società, in violazione dell’art. 1, comma 1, del Codice di Giustizia Sportiva, dell’art. 12, commi 1 e 2, del regolamento Agenti  di calciatori previgente, nonchè dell’art. 93, comma 1, delle N.O.I.F., 

il sig. ORESTE VIGORITO, all’epoca dei fatti, presidente del Benevento Calcio S.p.A.: 

– per aver conferito al sig. Gennaro Palomba mandato per la stipulazione del contratto con il sig. Sebastian Andres Bueno, determinando così una situazione di conflitto di interessi in quanto lo stesso sig. Palomba era l’agente del calciatore  titolare di mandato rilasciato da quest’ultimo, nonché per aver fatto sì che il compenso spettante al sig. Gennaro Palomba fosse pagato dalla società dallo stesso rappresentata e non dal calciatore, nonché ancora per non essersi assicurato che il nominativo dell’agente sig. Gennaro Palomba fosse chiaramente indicato nello stesso contratto, in violazione dell’art. 1, comma 1, del Codice di Giustizia Sportiva, degli artt. 10, comma 4, 15, commi 1, 2 e 10, e 16, comma 3, del regolamento Agenti di calciatori previgente, nonché dell’art. 93, comma 1, delle N.O.I.F., 

il sig.  ANDRES SEBASTIAN BUENO, calciatore, all’epoca dei fatti, tesserato per la società Benevento Calcio S.p.A.: 

– per essersi avvalso, in occasione della stipulazione del contratto con il Benevento Calcio S.p.A., dell’opera dell’agente di calciatori sig. Gennaro Palomba così determinando una situazione di conflitto di interessi essendo l’agente Palomba formalmente titolare di mandato da parte della società ed in tal modo, ulteriormente, consentendo che i compensi da lui dovuti all’agente fossero pagati dalla società stessa, in  violazione dell’art. 1, comma 1, del Codice di Giustizia Sportiva, dell’art. 15, commi 1, 2 e 10, del regolamento Agenti di calciatori previgente.

la società BENEVENTO CALCIO S.p.A.

– ai sensi dell’art. 4, commi 1 e 2, del Codice di Giustizia Sportiva, a titolo di responsabilità diretta per le azioni ed i comportamenti disciplinarmente rilevanti, posti in essere dal proprio dirigente con potere di rappresentanza della società, all’epoca dei fatti, sig. Oreste Vigorito, nonché a titolo di responsabilità oggettiva per le azioni ed i comportamenti disciplinarmente rilevanti, posti in essere dal proprio tesserato senza potere di rappresentanza della società, all’epoca dei fatti, sig. Sebastian Andres Bueno

Redazione LoStregone.net

Questo contenuto è bloccato. Accetta i cookie per visualizzarlo.

ARTICOLI CORRELATI

Questo contenuto è bloccato. Accetta i cookie per visualizzarlo.


LASCIA UN COMMENTO (Il commento dovrà essere approvato dalla redazione)

Please enter your comment!
Please enter your name here