Imbriani non scopre le carte

0
4

Quale sarà l’undici che scenderà in campo domani pomeriggio? Obiettivamente, mai come in questa settimana, è difficile dare una risposta, sia perché non si registrano particolari defezioni oltre a quelle scontate di Vacca e Cipriani, ma anche perché, contrariamente alle altre volte, nelle ultime sedute Imbriani ha mischiato le carte, non lasciando trapelare nulla riguardo i possibili titolari. Quel che è certo è che si tornerà al 4-3-3: non ci sono dubbi, perché su questo modulo la formazione è stata impostata e plasmata dai due tecnici e, ogni qualvolta si è provato a modificare qualcosa a livello tattico, la squadra ha perso la propria identità. Dunque, si ripartirà dal modulo che ha portato alle cinque vittorie consecutive in trasferta e che, si spera, possa tornare a dare i suoi frutti, anche perché il Como non è squadra abituata a fare le barricate e probabilmente ci sarà più spazio per la manovra giallorossa. Le scelte degli uomini però non sono state ancora fatte: è certo solo il rientro di Gori, La Camera e Rajcic dopo la squalifica. Per il resto, in difesa dovrebbe esserci la conferma della coppia centrale Siniscalchi-Signorini che bene ha fatto a Sorrento, con Emanuele D’Anna esterno destro e ancora Michele Anaclerio a sinistra, visto che Frascatore solo venerdì ha potuto allenarsi a pieno ritmo, complice l’impegno con la Nazionale under 20. A centrocampo, De Vezze completerà il trio con La Camera e Rajcic, ma i veri dubbi sono sugli esterni dove Cia, Pintori, Kanoute e Carretta si giocano due maglie: è possibile che Imbriani decida di tornare all’antico impiegando dall’inizio i primi due. Perno centrale dell’attacco dovrebbe essere Mattia Montini, preferito ad Altinier.
Il Como invece si presenta a questa sfida con tutti gli effettivi a disposizione, eccezion fatta per Som e Bardelloni. Difficilmente Chiarenza rinuncerà ai suoi uomini di maggior tecnica per inserire un centrocampista in più; non è nelle sue idee e siamo certi che i lariani verranno nel Sannio per giocarsela a viso aperto. Quindi, confermato il 4-2-3-1 con Giambruno tra i pali, in difesa il rientrante Ghidotti e Filosa sugli esterni, mentre al centro con capitan Urbano ci sarà Christian Conti, preferito a Diniz. In mediana, Salvi ha scontato la squalifica e farà coppia con Ardito, mentre i trequartisti alle spalle di Ripa saranno il sannita Ciotola a destra, Toledo a sinistra e Gabriele Paonessa al centro, un giocatore che con il suo estro può mettere in difficoltà la difesa giallorossa.

Lostregone.net

ARTICOLI CORRELATI


LASCIA UN COMMENTO (Il commento dovrà essere approvato dalla redazione)

Please enter your comment!
Please enter your name here