A Taranto pareggio giusto del Benevento: 1-1

0
2

Questo contenuto è bloccato. Accetta i cookie per visualizzarlo.

PRIMO TEMPO – Non si sblocca il risultato allo "Iacovone". Taranto e Benevento chiudono il primo tempo sul risultato di zero a zero: gara gradevole, con un Benevento che gioca a viso aperto e che in diverse occasioni ha messo in difficoltà i padroni di casa. In particolare nel primo quarto d’ora, i giallorossi riescono a rendersi pericoloso sfruttando molto le fasce, mostrando però poca concretezza, ancora una volta. La prima occasione arriva già al 4′ quando La Camera, dal cuore dell’area di rigore, chiude troppo il suo destro e manda all’aria un’ottima occasione. Da parte sua, gli uomini di Dionigi si affidano le ripartenze, ma non riescono a essere precisi, lasciando sfumare diversi contropiede. Il Benevento ci crede e al 12′ sfiora di nuovo il vantaggio con Altinier che, sugli sviluppi di un calcio d’angolo, toglie di fatto la palla dai piedi di Frascatore e non riesce a ribadire in rete. Il palo di Rantier al 27′ interrompe il predominio momentaneamente il predominio tattico dei ragazzi di Imbriani che però, prima della chiusura della prima frazione, vanno vicini al vantaggio in altri due frangenti: con De Vezze che, al 37′, sbaglia completamente il tempo della battuta e soprattutto con Siniscalchi che al 46′ spreca quella che di fatto è la migliore occasione in questi primi 45 minuti di gioco, mandando a lato dopo un ottimo suggerimento di Rajcic.

SECONDO TEMPO – Nella ripresa, il Benevento non riesce più a essere ordinato e, complice anche la stanchezza, la squadra si allunga molto, perdendo le giuste distanze tra i reparti. Il Taranto ne approfitta e già al 9′ passa in vantaggio: La Camera perde una brutta palla e dà il via alla ripartenza dei rossoblù, con Rantier che pennella per Di Deo che sfrutta la sua grande capacità negli inserimenti e di testa trafigge Gori. I giallorossi non riescono a reagire e il gol subito sembra essere una batosta soprattutto dal punto di vista psicologico; neanche gli ingressi di Carretta e Sy danno l’effetto sperato: i padroni di casa si difendono molto bene e non lasciano spazi. Con l’ingresso di Giorgino per Girardi, il Taranto rinuncia a ogni spunto in avanti, riuscendo a controllare senza affanni le confuse sortite offensive del Benevento. Quando la partita sembra avviarsi a conclusione, arriva il colpo di testa di Siniscalchi che regala un insperato, ma meritato pareggio ai ragazzi di Imbriani.

TARANTO (3-4-3): Bremec; Cutrupi, Coly, Di Bari; Antonazzo, Di Deo (89′ Pensalfini), Sciaudone, Rizzi; Alessandro, Girardi (75′ Giorgino), Rantier (68′ Bradaschia). A disp.: Faraon, Prosperi, Garufo, Mendicino. All.: Lorenzo Sibilano

BENEVENTO (4-3-3): Gori; D’Anna, Siniscalchi, Rinaldi, Frascatore; La Camera (68′ Sy), Rajcic, De Vezze (72′ Luisi); Cia (64′ Carretta), Altinier, Pintori. A disp.: Mancinelli, Signorini, Anaclerio, Kanoute. All.: Carmelo Imbriani

MARCATORI: 54′ Di Deo, 92′ Siniscalchi
Arbitro
: Domenico Rocca di Vibo Valentia
Assistenti: Donini di Bergamo – Garito di Aprilia
Ammoniti: Di Deo e Frascatore per gioco scorretto, Luisi e Alessandro per reciproche scorrettezze
Note: presenti 5006 spettatori (una ventina da Benevento) per un incasso di 42.449,50 euro. Fuorigioco 1-4. Falli 18-15. Angoli 3-1. Recupero 1′ pt, 4′ st

LOSTREGONE.NET

Questo contenuto è bloccato. Accetta i cookie per visualizzarlo.

ARTICOLI CORRELATI

Questo contenuto è bloccato. Accetta i cookie per visualizzarlo.


LASCIA UN COMMENTO (Il commento dovrà essere approvato dalla redazione)

Please enter your comment!
Please enter your name here