Cipriani: Sono guarito e sono pronto

0
4

Questo contenuto è bloccato. Accetta i cookie per visualizzarlo.

Giacomo Cipriani oggi ha ripreso ad allenarsi. In conferenza, rassicura tutti di aver risolto il suo problema ed è pronto ad allenarsi e a lavorare per scendere di nuovo in campo. Il suo desiderio è giocare ed aiutare la squadra a raggiungere l’obiettivo play-off:"Purtroppo il mio problema fisico non era stato risolto del tutto. Dopo la mia piccola apparizione a Sorrento, il problema si era ripresentato, quindi ho deciso di sottopormi a cure specifiche. Oggi sto bene. E’ stato il mio primo allenamento e la risposta è stata ottima. Penso di aver superato il mio problema fisico. Ho una settimana per lavorare bene e per mettermi nelle condizioni di essere di aiuto alla squadra. Ci ho sempre provato, perchè il mio desiderio è giocare. Ci ho provato contro il Sorrento perchè me la sentivo e volevo dare il mio contributo alla squadra. Voler recuperare e non riuscirci è davvero stressante". In sala stampa viene chiesto a Cipriani se è stato sottoposto a cure diverse oppure specifiche:"Ogni dottore ha i propri protocolli. Dove mi sono curato mi conoscevano bene ed è una struttura che ha in cura diversi giocatori professionisti. Mi sono trovato bene, ma l’importante era guarire, non dove fossi". L’attaccante continua la conferenza parlando dell’obiettivo play-off:"Nonostante la mia assenza e i momenti difficili, il Benevento ha il valore e il carattere per fare molto di più. E’stato un anno faticoso ma dobbiamo lottare per raggiungere l’obiettivo. E’un momento positivo e la squadra sta facendo bene". Un commento sul prossimo avversario:"La Spal sta attraversando diverse difficoltà, ma è abituata ad avere problemi societari. E’una squadra giovane e che fa dell’entusiasmo la sua prerogativa. Vuole fare punti per salvarsi e non vuole retrocedere perchè, alle spalle, ha una tradizione molto grande. La Spal è una squadra che, dopo il Bologna, mi è rimasta dentro, ma domenica vorrei tornare in campo indipendentemente dall’avversario. Adesso, per me, l’importante è che la squadra raggiunga l’obiettivo. Noi siamo il Benevento. Bisogna fare risultato in ogni gara. Aspettiamo il recupero del Taranto, così la situazione sarà più chiara. Sicuramente, guardare le altre squadre, non fa bene, ma dobbiamo anche aspettare qualche passo falso". Cipriani parla di Morosini:"La tragedia di Morosini ha lasciato tutti senza parole. Ho giocato con lui a Bologna ed era un ragazzo eccezionale. Lui era riuscito a conquistarsi qualcosa e gli è stato tolto tutto. E’stato giusto fermare il campionato per rispetto di questa tragedia che non so se si potesse evitare. Tutti parlano di controlli più precisi oppure di interventi più tempestivi in campo. Purtroppo è successo e mi dispiace molto.

di Stefania Fina per LoStregone.net

Questo contenuto è bloccato. Accetta i cookie per visualizzarlo.

ARTICOLI CORRELATI

Questo contenuto è bloccato. Accetta i cookie per visualizzarlo.


LASCIA UN COMMENTO (Il commento dovrà essere approvato dalla redazione)

Please enter your comment!
Please enter your name here