Ciclismo, la corsa rosa arriva nel sannio. Entusiamso per la due giorni del Giro d\’Italia

0
19

Questo contenuto è bloccato. Accetta i cookie per visualizzarlo.

Domani, in occasione della 9/a tappa, la carovana si trasferirà da San Giorgio del Sannio (Benevento) a Frosinone, nel Lazio, dopo avere percorso 166 km. La frazione è breve e veloce, ma soprattutto senza vere asperità. La prima parte si snoderà su una strada a scorrimento veloce, fino a Vairano Scalo, quindi la corsa rosa si sposta sulla Casilina, fino a 5 chilometri dall’arrivo. Il traguardo volante è posto al km 142,1, il rifornimento fisso fra i km 98 e 101. La tappa scatterà da via Baraccone, alle 13,20, e si concluderà sul viale Europa, a Frosinone, in un’ora compresa fra le 17 e 17,30. Il finale è velocissimo e terrà sicuramente con il fiato sospeso tutti gli appassionati: a 5 chilometri dall’arrivo, infatti, si svolta a sinistra, seguono poi 2 chilometri di discesa attorno al 4 per cento di pendenza, su una strada larga e con leggere semicurve. Ai -2 km la strada spiana, con un’ampia curva fino ai 450 metri, dove un’altra curva molto tecnica verso sinistra immette sul rettilineo dell’arrivo, che é largo 7 metri. L’unico precedente di un arrivo di tappa del Giro d’Italia (per la precisione l’8/a) ospitato a Frosinone risale al lontano 1987: quel giorno la carovana partì da Roccaraso (L’Aquila) e alla fine incoronò il velocista Paolo Rosola, che ruppe il predominio dei corridori della Carrera, con l’irlandese Stephen Roche vincitore della maglia rosa a Saint-Vincent e Roberto Visentini suo acerrimo rivale fino alla fine.(ANSA).

Questo contenuto è bloccato. Accetta i cookie per visualizzarlo.

ARTICOLI CORRELATI

Questo contenuto è bloccato. Accetta i cookie per visualizzarlo.


LASCIA UN COMMENTO (Il commento dovrà essere approvato dalla redazione)

Please enter your comment!
Please enter your name here