Scompare il M°Andrea Principe

0
6

Questo contenuto è bloccato. Accetta i cookie per visualizzarlo.

In quella seconda edizione del Festival di Benevento, Andrea Principe non si rivelò soltanto interprete perfetto ma uno dei pochi che riuscì a tenere testa a Mino Reitano, che pur si era distinto con Canzone mia di G.Sica – N.Somma.Nato nel ’32, dopo le immancabili esperienze maturate in sale parrocchiali e localini, studiò con lo stimato maestro De Bellis, presso il Liceo Musicale “N.Sala” di Benevento.Nel ’54, forte delle sue convinzioni e, dopo un periodo di tirocinio, partecipò e vinse la Ninfea d’oro e una scrittura con l’Orchestra di Radio Torino diretta dal maestro Enzo Ceragioli.Un brano fa per me solo se contiene qualche cosa che è legata alla mia personale esperienza ,diversamente fatico ad interpretarlo.Era proprio vero!Andrea, per certi versi non aveva un carattere facile…facile.Infatti, reinterpretava un brano con una nuova veste, con spessore più drammatico, più umano.Lavorò a Torino e a Milano, nei night, nell’avanspettacolo e varietà, dove si fece le ossa come si conviene.Con quell’aria da guascone, in canzoni di giacca, fu l’interprete ideale di Diciticcello vuie, Lacrime napulitane, O’guappo de canzoni , Guapparia, suo cavallo di battaglia.Attore – improvvisatore – prsentatore, congeniale nel ruolo di spalla con Tonino Tresca, eccellente comico – fantasista a l’Estate Morconese con The Marines di Pino ed Enrico Salzano.Interprete ideale della produzione del duo E.De Rimini – A.Salzano, Andrea Principe cantò Chitarra Malinconica, alla napoletanissima Portacapuana ‘nfest, accompagnato da un’orchestra di ben 52 elementi, accanto ai big della musica napoletana (Abbate, Gallo, Doris, Rondinella…)Si!Sono soddisfatto della mia carriera artistica…tantissimo!Ho partecipato a spettacoli televisivi, nazionali e locali.Cantante confidenziale nei sentimentali: Me so ‘mbriacato ‘e sole, Io ti ho incontrata a Napoli, Munasterio e Santa Chiara, Nun è peccato.Semplicemente, quasi arrendendosi, mi confessò nell’ultima intervista: Quando scoprii la mia passione, la mia vita, immaginai che così, cantando, potevo rendere felice la gente e oggi ne ho la piena convinzione.

Andrea , può ritenersi uno dei pochi che sia riuscito a guadagnarsi un successo al di là delle mode musicali, poiché con la sua voce si è imposto su ogni tipo di pubblico.

Enrico Salzano – enricosalzano@virgilio.it

Omaggio ad Anna, Raffaele ed Elvira

 

Questo contenuto è bloccato. Accetta i cookie per visualizzarlo.

ARTICOLI CORRELATI

Questo contenuto è bloccato. Accetta i cookie per visualizzarlo.


LASCIA UN COMMENTO (Il commento dovrà essere approvato dalla redazione)

Please enter your comment!
Please enter your name here