PROVINCE: BENEVENTO; CIMITILE, CANCELLARLE? STRAGE INNOCENTI

0
17

 

"La cancellazione indiscriminata delle piccole Province è una strage degli innocenti, una macelleria antidemocratica di antiche e nobili esperienze di autonomie locali". Lo ha detto Aniello Cimitile, presidente della Provincia di Benevento, in occasione dell’apertura a Roma dell’Assemblea nazionale dell’Unione delle Province d’Italia, chiamata a discutere del progetto governativo di soppressione di questi enti che non abbiano prefissati requisiti di popolazione, superficie e numero di comuni. "Proprio questi piccoli enti, invece, – ha sostenuto Cimitile – hanno dimostrato nel corso dei decenni di essere fondamentali per il governo dei territori. Le misure proposte dal Governo Monti nulla hanno a che vedere con gli sprechi e la degenerazione dei costi della politica. Occorre invece salvaguardare quelle Province nate nel XIX secolo – e la nostra é stata istituita prima dell’Unità d’Italia – e che hanno i conti economici in ordine". "Il Governo – ha concluso Cimitile – non deve perdere di vista i valori alla base della nostra democrazia che vanno coniugati con rigore economico e prospettive di sviluppo. Infatti, cancellando le piccole Province, che tutelano i territori deboli, non si allevia in maniera significativa il debito pubblico, ma, in compenso, si creano le condizioni per un ulteriore depauperamento per le aree interne".

ARTICOLI CORRELATI


LASCIA UN COMMENTO (Il commento dovrà essere approvato dalla redazione)

Please enter your comment!
Please enter your name here