Con Serbia – Germania e Rep. Ceca – Italia, si alza il sipario sul Memorial Parente.

0
12

Questo contenuto è bloccato. Accetta i cookie per visualizzarlo.

Le bandiere delle quattro nazioni sono state issate sui pennoni del Pala Parente di Benevento, Italia, Serbia, Germania e Repubblica Ceca sono pronte a dar vita al primo Memorial Internazionale di Basket “Mario Parente”, per 3 giorni in città le emozioni del grande basket faranno concorrenza a quelle che la nostra nazionale di calcio ci farà vivere nelle lontane Polonia ed Ucraina.

Nella mattinata di oggi le comitive delle altre 3 nazionali giungeranno in città e già nel pomeriggio faranno i loro primi allenamenti nell’impianto di via Ponte a Cavallo.

Lo staff organizzativo sta mettendo a punto gli ultimi dettagli per garantire al meglio la riuscita dell’evento, sia per quanto riguarda le partite ma anche per quel che riguarda tutti gli eventi collaterali che faranno da cornice.

Nulla è stato lasciato al caso per far si che questa splendida vetrina possa essere il trampolino di lancio per un ulteriore crescita del movimento cestistico beneventano.

Il lavoro svolto in questi mesi è stato enorme adesso si spera di raccogliere i frutti di tutte le energie  messe sul campo.

Programma delle gare della prima giornata.

Giovedì ore 16.00 – 1^ partita:  Serbia vs. Germania

Le Nazionali Under 16 di Serbia e Germania si contenderanno i primi due punti di questo mini girone all’italiana che decreterà al termine dei 3 giorni il vincitore del primo Memorial Mario Parente.

La nazionale Serba, allenata da Marko Ičelić, arriva a Benevento per mostrare la grandissima tradizione del movimento cestistico di una delle nazioni che formavano un tempo l’ex Jugoslavia.

In Serbia la pallacanestro è lo sport nazionale, miriadi di ragazzini lungo le strade di Belgrado giocano a basket come in Brasile i bambini giocano a calcio sulle spiagge ed è proprio dai campetti che sono nati molti dei più grandi giocatori europei di tutti i tempi.

Una grandissima scuola di allenatori, i più di bravi di tutti nell’insegnare i fondamentali di questo  gioco, favorisce l’esordio di tanti ragazzi, ancora giovanissimi, nei massimi campionati nazionali.

Un po’ di tutto questo, dell’essenza della pallacanestro, proverà a mostrare la nazionale slava durante quest’esperienza beneventana.

Una formazione ricca di talento, con ben 7 atleti che giovanissimi già superano i 2 metri di altezza e con 2 ragazzi nati nel 1998, quindi non ancora sedicenni, parte sicuramente con i favori del pronostico in questa partita se non in tutto il Torneo.

La nazionale under 16 della Germania allenata da coach Harald Stein, coadiuvato da Marvin Willoughby, ex giocatore della Viola Reggio Calabria in serie A 1, si presenta ai nastri di partenza con un roster altrettanto ricco di talento, con ben 3 atleti classe ’97 e ben 4 ragazzi di oltre 2 metri d’altezza.

La formazione teutonica ottava all’ultimo campionato Europeo under 16, arriva a Benevento con l’obbiettivo di prepararsi al meglio per la prossima manifestazione continentale cercando di migliorare il risultato conseguito nel 2011.

2^ partita: Italia – Rep. Ceca

La nazionale italiana di Antonio Bocchino è ormai già da una settimana in città dove sta sostenendo dei durissimi allenamenti, molti addetti ai lavori hanno potuto ammirare il buon livello tecnico del gruppo allestito dal coach beneventano, composto da tutti atleti classe’96 con ben 4 lunghi oltre i 2 metri, tra questi spicca il nome dell’unico campano della rappresentativa Andrea Spera della Flegrea Basket Napoli.

L’Italia arriva a questo appuntamento con l’obbiettivo di proseguire il suo costante cammino di crescita.

Coach Bocchino in alcune interviste rilasciate in questi giorni, ha precisato come le rappresentative giovanili italiane in questi ultimi anni stanno tornando sempre più competitive al cospetto delle formazioni tradizionalmente più forti del vecchio continente, l’esperienza del Memorial Parente ed ancor di più il campionato europeo di luglio dovrà costituire un ulteriore tappa di questo percorso.

Agli ultimi campionati continentali di categoria l’Italia si è classificata decima, nelle ‘intenzioni di tutti c’è il desiderio di migliorarsi.

L’avversario dell’Italia nella prima giornata del torneo è quella Repubblica Ceca da tutti considerata nazione in grandissima ascesa nel panorama europeo, questo sia a livello senior che giovanile.

La medaglia d’argento conquistata agli europei under 16 del 2011 è il biglietto da visita migliore per una squadra che seppur con una nuova generazione di talenti vuol confermarsi ai vertici.

Tutto il movimento cestistico di questa giovane nazione dell’est europeo è in forte fermento e la rappresentativa presente a Benevento, guidata dal coach Petr Czudek, si appresta a vivere il torneo di Benevento ed anche il prossimo campionato Europeo da potenziale favorita per la vittoria finale.

Un roster formato da 11 atleti classe ’96 ed uno ’97, con ben 4 ragazzi che già arrivano a quasi due metri d’altezza vorrà mostrare a tutti gli addetti ai lavori presenti a Benevento tutto quanto di buono si dice sul proprio conto in questi ultimi tempi.

Condensati in queste righe gli spunti più interessanti della giornata di domani non bisogna far altro che aspettare il lancio della palla a due e vivere insieme questa tre giorni all’insegna della palla a spicchi.

Questo contenuto è bloccato. Accetta i cookie per visualizzarlo.

ARTICOLI CORRELATI

Questo contenuto è bloccato. Accetta i cookie per visualizzarlo.


LASCIA UN COMMENTO (Il commento dovrà essere approvato dalla redazione)

Please enter your comment!
Please enter your name here