NUOVA ONDATA DEL VIRUS INFORMATICO CHE BLOCCA IL COMPUTER CON RICHIESTA DI 100 EURO

0
10

Questo contenuto è bloccato. Accetta i cookie per visualizzarlo.

In particolare, il messaggio avvisa che sul computer è stata rilevata la presenza di materiale pedopornografico e di documenti dal contenuto terroristico, con l’avvertenza che i reati ipotizzati comportino una pena detentiva ed una forte ammenda.

Per regolarizzare la propria posizione e per poter ottenere lo sblocco del computer, all’utente viene richiesta la somma di 100 euro da versare col sistema Ukash, ma in realtà ci si trova di fronte ad una truffa e, nonostante si provveda al pagamento, non si ottiene nulla.

Il logo della Polizia di Stato viene inserito unicamente per spaventare il malcapitato di turno ed aumentare il suo convincimento a cadere nel raggiro.

La nuova versione del virus informatico, nettamente più insidiosa di quelle precedenti, si collega anche alla webcam del computer, ed in tal modo nel messaggio visualizzato compare anche una piccola finestra in cui viene inquadrato chi si trova davanti al computer in quel momento.

La rimozione del virus informatico, a differenza delle vecchie versioni, deve essere effettuata da un utente esperto oppure da un tecnico informatico.

Infine, la Polizia Postale segnala che una delle ultime varianti del virus fa comparire non più il logo della Polizia, bensì il logo della S.I.A.E., con l’avviso che sul computer sono stati rilevati filmati o brani musicali scaricati illegalmente, situazione che risulta molto più credibile per l’utente rispetto al semplice pagamento di una multa per reati molto gravi.

Il consiglio per i malcapitati che abbiano già provveduto al pagamento, è di rivolgersi all’agenzia presso cui hanno effettuato il versamento per verificare se la somma sia già stata incassata dai truffatori; se i soldi sono ancora disponibili, i truffati possono bloccare il pagamento e chiedere il rimborso. Se invece i soldi sono stati incassati, non vi è alcun modo di riottenerli, dato che i sistemi di pagamento utilizzati sono totalmente irrintracciabili.

Questo contenuto è bloccato. Accetta i cookie per visualizzarlo.

ARTICOLI CORRELATI

Questo contenuto è bloccato. Accetta i cookie per visualizzarlo.


LASCIA UN COMMENTO (Il commento dovrà essere approvato dalla redazione)

Please enter your comment!
Please enter your name here