Benevento – San Marino: le pagelle

0
3
Gori 7: Si oppone alla grande su Defendi nel primo tempo neutralizzando un pericoloso diagonale. Nella ripresa nega all’ex Pacciardi la gioia della rete con un intervento prodigioso. Ottima serata la sua.
D’Anna 7: Un pendolino inesauribile, e pensare che è stato recuperato in extremis. Si trova a suo agio nel ruolo di terzino, e duetta bene con Mancosu e Marchi nel primo tempo. Nella ripresa appare più timido, ma copre alla grande la sua zona di competenza.
Bolzan 6: Un tantino svagato e distratto, forse non al meglio della condizione. Il suo diretto avversario gli procura numerosi grattacapi, e l’ex molosso va spesso in affanno. Ma basta una lampadina che si accende, come il cross al bacio per Mancosu, a garantirgli la piena sufficienza.
De Risio 7: Uno dei migliori, se non il migliore. Giocatore ritrovato, mescola il gioco senza strafare ma con ottima continuità, interdisce in maniera efficace e non si nasconde, anzi si propone con buona puntualità. Un prodotto di casa nostra che, forse, sta trovando la giusta maturazione. Speriamo che continui.
Siniscalchi 6: Un paio di svarioni non pregiudicano la sufficienza. In coppia con Rinaldi arginano con successo i volenterosi attaccanti del San Marino. Non sempre si intende con Gori, ma ci sarà tempo per migliorare l’intesa.
Rinaldi 6,5: Meno elegante ma più attento del compagno di reparto. Le maniere spicciole ne pregiudicano la grazia, ma non l’efficacia. Sulle palle alte domina la scena, sulle palle a terra è sempre puntuale nelle chiusure.
Mancosu 7,5: Il predestinato idolo del Ciro Vigorito. Piede delizioso, ottima visione di gioco, altruismo e tiro da fuori. Segna anche il goal qualificazione. Cosa chiedere di più alla prima uscita stagionale?
Carotti 7: Leggermente impreciso in fase di impostazione, superbo in interdizione. Non molla un centimentro, ringhia su tutti i dirimpettai e non tira mai indietro la gamba. Un leone destinato a divenire un beniamino del pubblico sannita.
Altinier 6: Di stima. Rispetto allo scorso anno, appare più voglioso e fisicamente più all’altezza. Ma tiri in porta, purtroppo, neanche a parlarne. Aspettiamo fiduciosi…
Montiel 6,5: Si accende e si spegne come una lampadina. Tuttavia, palla al piede, è un giocatore che ha poco a che fare con la Lega Pro, e lo testimonia il passaggio per Bolzan nell’azione del vantaggio giallorosso. Se aumenterà la sua continuità tutta la squadra ne trarrà giovamento.
Marchi 6,5: Cavallo da corsa, ma tecnicamente valido. Un centravanti moderno, non statico, anche se gioca molto lontano dalla porta. Ripiega con grande spirito di sacrificio e dà l’impressione di essere un leader nella squadra. Buon esordio per l’ ex Sassuolo.
Davì 6: Si piazza come diga a centrocampo e svolge bene il suo compito
Pedrelli e Germinale : s.v.
Martinez 6,5 : Riprendiamo da dove c’eravamo lasciati lo scorso anno. La qualità del gioco è aumentata, ora aspettiamo l’incisività dell’attacco. Ma il Benevento in campo ha le idee chiare.

Giuseppe Carcea per LoStregone.net

ARTICOLI CORRELATI


LASCIA UN COMMENTO (Il commento dovrà essere approvato dalla redazione)

Please enter your comment!
Please enter your name here