Benevento – San Marino: le pagelle

0
3

Questo contenuto è bloccato. Accetta i cookie per visualizzarlo.

Gori 7: Si oppone alla grande su Defendi nel primo tempo neutralizzando un pericoloso diagonale. Nella ripresa nega all’ex Pacciardi la gioia della rete con un intervento prodigioso. Ottima serata la sua.
D’Anna 7: Un pendolino inesauribile, e pensare che è stato recuperato in extremis. Si trova a suo agio nel ruolo di terzino, e duetta bene con Mancosu e Marchi nel primo tempo. Nella ripresa appare più timido, ma copre alla grande la sua zona di competenza.
Bolzan 6: Un tantino svagato e distratto, forse non al meglio della condizione. Il suo diretto avversario gli procura numerosi grattacapi, e l’ex molosso va spesso in affanno. Ma basta una lampadina che si accende, come il cross al bacio per Mancosu, a garantirgli la piena sufficienza.
De Risio 7: Uno dei migliori, se non il migliore. Giocatore ritrovato, mescola il gioco senza strafare ma con ottima continuità, interdisce in maniera efficace e non si nasconde, anzi si propone con buona puntualità. Un prodotto di casa nostra che, forse, sta trovando la giusta maturazione. Speriamo che continui.
Siniscalchi 6: Un paio di svarioni non pregiudicano la sufficienza. In coppia con Rinaldi arginano con successo i volenterosi attaccanti del San Marino. Non sempre si intende con Gori, ma ci sarà tempo per migliorare l’intesa.
Rinaldi 6,5: Meno elegante ma più attento del compagno di reparto. Le maniere spicciole ne pregiudicano la grazia, ma non l’efficacia. Sulle palle alte domina la scena, sulle palle a terra è sempre puntuale nelle chiusure.
Mancosu 7,5: Il predestinato idolo del Ciro Vigorito. Piede delizioso, ottima visione di gioco, altruismo e tiro da fuori. Segna anche il goal qualificazione. Cosa chiedere di più alla prima uscita stagionale?
Carotti 7: Leggermente impreciso in fase di impostazione, superbo in interdizione. Non molla un centimentro, ringhia su tutti i dirimpettai e non tira mai indietro la gamba. Un leone destinato a divenire un beniamino del pubblico sannita.
Altinier 6: Di stima. Rispetto allo scorso anno, appare più voglioso e fisicamente più all’altezza. Ma tiri in porta, purtroppo, neanche a parlarne. Aspettiamo fiduciosi…
Montiel 6,5: Si accende e si spegne come una lampadina. Tuttavia, palla al piede, è un giocatore che ha poco a che fare con la Lega Pro, e lo testimonia il passaggio per Bolzan nell’azione del vantaggio giallorosso. Se aumenterà la sua continuità tutta la squadra ne trarrà giovamento.
Marchi 6,5: Cavallo da corsa, ma tecnicamente valido. Un centravanti moderno, non statico, anche se gioca molto lontano dalla porta. Ripiega con grande spirito di sacrificio e dà l’impressione di essere un leader nella squadra. Buon esordio per l’ ex Sassuolo.
Davì 6: Si piazza come diga a centrocampo e svolge bene il suo compito
Pedrelli e Germinale : s.v.
Martinez 6,5 : Riprendiamo da dove c’eravamo lasciati lo scorso anno. La qualità del gioco è aumentata, ora aspettiamo l’incisività dell’attacco. Ma il Benevento in campo ha le idee chiare.

Giuseppe Carcea per LoStregone.net

Questo contenuto è bloccato. Accetta i cookie per visualizzarlo.

ARTICOLI CORRELATI

Questo contenuto è bloccato. Accetta i cookie per visualizzarlo.


LASCIA UN COMMENTO (Il commento dovrà essere approvato dalla redazione)

Please enter your comment!
Please enter your name here