Perugia-Benevento: le pagelle

0
9

Questo contenuto è bloccato. Accetta i cookie per visualizzarlo.

Gori 6: Nel primo tempo blocca a terra in due tempi un tiro di Politano che poteva risultare insidioso. Nella ripresa viene tradito da Rajcic in occasione del primo goal Perugino che non segue Rantier, lasciandogli campo aperto. Sul secondo Ciofani trova il jolly.Pedrelli 5: La sua partita dura un tempo, il primo. Nella ripresa va in bambola e sembra anche insofferente nel rincorrere gli avversari. Sul primo goal il suo tentativo di intercettare la palla è imbarazzante, da quel momento in poi sparisce dal campo.D’Anna 6,5: Capitano di ruolo e di fatto. Il primo a mettere la gamba, l’ultimo a mollare. Sporadicamente si fa vedere anche in avanti, ma con poco costrutto, perché si vede lontano un miglio che a sinistra non è a suo agio. In fase difensiva bisognava clonarlo in modo da farlo giocare anche sull’altro versante….Rajcic 5: Dispiace essere ripetitivi, ma i suoi ritmi sono improponibili per la lega pro. Che tecnicamente sia bravo, non si discute. Il problema è che alle volte abusa della sua bravura e combina pastrocchi come in occasione della prima rete Perugina. Non ha la fase di recupero nelle gambe e deve giocare solo quando è al massimo della forma. Nulla da dire sull’impegno e sulla grinta in campo, ma purtroppo il suo è un ruolo delicato che prevede una condizione atletica ottimale. Ed il croato è ancora lontano dal raggiungerla….Siniscalchi 5: Troppa superficialità negli appoggi, troppi errori. Vanno bene i disimpegni eleganti, ma quando l’eleganza sfocia in approssimazione si diventa dannosi per la squadra. Sul primo goal entra poco deciso in un rimpallo a centrocampo, sul secondo è sfortunato perché il cross deviato diventa un assist per Ciofani. Ma l’insufficienza è causata dai tantissimi errori in fase di appoggio. Non ha fortuna nelle sortite offensive.Signorini 6,5: A differenza del compagno di reparto è bello, elegante ed efficace. Di piede o di testa le prende tutte, a testimonianza del suo recupero fisico e mentale. Commette un solo errore nel primo tempo, quando una sua “bucata” per poco non mette in condizione Clemente di battere a rete. Per il resto, un’ottima partita del ragazzo prodigio.Cristiani 5: Non entra mai in partita, non un cross degno di nota, non una sortita offensiva. La sua partita produce un solo sussulto nel primo tempo, quando si trova in condizione di battere a rete liberato da un colpo di tacco di Marchi. In quell’occasione, però, il difensore Perugino è più abile di lui e lo anticipa. Per il resto…mai visto. Montiel 6: Nel primo tempo si accende lasciando intravedere sprazzi di classe pura. Calcia la palla che è un piacere, in maniera insidiosa e solo un super Koprivec gli nega la gioia del goal nel primo tempo. Nella ripresa si spegne un po’ per poi riaccendersi nel finale, quando purtroppo è troppo tardi. La stoffa di questo ragazzo è innegabile, il suo inserimento nella squadra e nella categoria è ancora in fase di costruzione…Germinale 5: Non si vede, non si sente, mai un movimento a liberarsi per il tiro. Corre e lotta, ma non la vede mai. Giustamente e tardivamente sostituito.Mancosu 5,5: Gioca in un ruolo non suo, lontano dalla porta, e si vede. Non è a suo agio, non libera il suo estro, non giunge al tiro. Crediamo che sulla linea dei centrocampisti vada perso il suo innegabile talento. Meglio, molto meglio quando entra Carotti e lui può avanzare il raggio di azione. Da rivedere.Marchi 6: Un cavallo che quando viene innescato può davvero far male alle difese avversarie. Il problema è che viene servito poco, molto poco. Nel primo tempo si vede una sola volta quando lascia partire un bolide dai 25 metri che brucia i guanti di Koprivec. Nella ripresa si vede quando mette alla prova la solidità dei legni del Curi, cogliendo una clamorosa traversa. Carotti 6: Nonostante la condizione fisica non ottimale mette gamba, cuore e grinta nel campo. Già questo potrebbe bastare per meritare la sufficienza. Montini 7: Il suo ingresso in partita è devastante. Si piazza largo e comincia a macinare gioco, mettendo in difficoltà il suo diretto avversario. Il cross per il goal del pareggio di Altinier, poi, è una vera chicca. Per poco, allo scadere, non pareggia la partita con un bel colpo di testa, ma in quell’occasione è sfortunato perché viene disturbato da Pedrelli. Un giocatore ritrovato.Altinier 6,5: Un bel goal, alla Altinier maniera, un movimento continuo e tanta speranza di recuperarlo in questo campionato. Le premesse ci sono tutte, e ieri il Duca lo ha dimostrato.Martinez 6: La squadra gioca bene, ed il merito è del suo lavoro. Ma le scelte iniziali non ci hanno convinto. Una mediana con Mancosu, Rajcic e Montiel è a nostro avviso improponibile, e penalizza l’estro del fantasista ex Siracusa. Ma la squadra raccoglie consensi…dalla prossima partita speriamo che raccolga anche punti.Giuseppe Carcea per LoStregone.net

Questo contenuto è bloccato. Accetta i cookie per visualizzarlo.

ARTICOLI CORRELATI

Questo contenuto è bloccato. Accetta i cookie per visualizzarlo.


LASCIA UN COMMENTO (Il commento dovrà essere approvato dalla redazione)

Please enter your comment!
Please enter your name here