Le pagelle di Benevento-Avellino

0
5

Mancinelli: 5 non compie errori grossolani, ma non riesce a trasmettere sicurezza alla linea difensiva soprattutto sulle palle alte.Pedrelli: 5,5 parte davvero male, regala agli avversari il rigore dell’uno a zero e spesso sbanda. Poi trova un gran gol e nella ripresa cerca di riscattare la sua prestazione.D’Anna: 6 Il capitano come al solito non si risparmia, non è brillante come le altre volte ma nonostante le fatiche fisiche trova anche lo spunto per andare in porta.Signorini: 4,5 imperdonabile la sciocchezza commessa sul secondo rigore concesso ai biancoverdi. Lascia i compagni in dieci in una gara fondamentale per un errore di concentrazione.Mengoni: 6 dove non ci arriva con la bravura ci mette tanto mestiere. Qualche palla di troppo sventagliata in avanti in fase di impostazione, ma tutto sommato sufficiente.Rajcic: 5,5 come scusante ha solo il fatto che i compagni di reparto non gli danno, per caratteristiche, una mano in fase difensiva. Non riesce a far girare palla come dovrebbe, ma di certo non si risparmia nemmeno lui.De Risio: 5 che non sia la sua giornata lo si capisce subito, impacciato col pallone tra i piedi e sempre in ritardo quando c’è da coprire. Giustamente sostituito.Montiel: 6,5 non riesce mai a tirare in porta se non da calcio da fermo, non avendo molta fortuna. Ma lotta corre e prova a creare superioritàMancosu: 5 Se non fosse per quei due tiri a volo di pregevole fattura che avrebbero meritato miglior sorte, in campo quasi non si vedeGerminale: 5,5 prova a spizzare qualche palla di testa, si danna l’anima come ci ha abituati, ma nulla più.Marchi: 5,5 sembra davvero di essere di categoria superiore quando è in possesso di palla, ma quel gol divorato nel primo tempo pesa come un macigno sulla sua prestazione.Rinaldi: 6 il suo ingresso dona sostanza alla retroguardia, non brilla nel palleggio ma dalle sue parti difficilmente si passa.Carotti: s.v. Viene buttato nella mischia in un momento difficile, da il suo contributo di quantita.Montini: 5,5 il ragazzo è in buone condizioni e si vede, ma e stretto da solo nella morsa dell’arcigna difesa irpina. Marchi gli spizza di testa più di un pallone giocabile ma lui sbaglia quasi sempre il movimento.Martinez: 6 la squadra non gioca come al solito, e si capisce subito che non aveva impostato così la gara. Due ingenuità regalano il doppio vantaggio e il giocatore in più agli avversari, ma il suo Benevento non smette mai di giocare.Redazione LoStregone.net

ARTICOLI CORRELATI


LASCIA UN COMMENTO (Il commento dovrà essere approvato dalla redazione)

Please enter your comment!
Please enter your name here