MALTEMPO: PROTEZIONE CIVILE, DA STANOTTE PIOGGE IN ARRIVO

0
9

Questo contenuto è bloccato. Accetta i cookie per visualizzarlo.

 

Il centro funzionale di Protezione civile comunica che, a partire da stanotte, la Campania sarà interessata da una intensa perturbazione atlantica che determinerà un brusco cambiamento delle condizioni meteo con piogge in nottata e temporali dalla mattinata di domani sull’intero territorio. Le precipitazioni interesseranno dapprima il settore settentrionale, si estenderanno poi all’intera regione e assumeranno, con il passare delle ore, una crescente intensità. Tale condizione sarà associata anche ad una intensificazione dei venti, con raffiche durante i temporali, e ad un rinforzo del moto ondoso. Da domani mattina si prevede anche un notevole abbassamento delle temperature di almeno 5-6 gradi. "Si tratta – sottolineano dal centro funzionale – della perturbazione che segna, dal punto di vista meteorologico, il termine dell’estate. Le piogge interesseranno la regione fino a sabato, ma le precipitazioni più intense si attendono per domani soprattutto lungo la fascia costiera". Da lunedì, dopo la pausa prevista per domenica, le piogge torneranno ad interessare la Campania che sarà attraversata da una nuova perturbazione. La Protezione civile della Regione Campania, guidata dall’assessore Edoardo Cosenza, proprio sulla base delle previsioni del Centro funzionale, ha provveduto, attraverso la Sala operativa, ad avvisare sindaci e autorità competenti affinché monitorino il territorio di propria pertinenza, in particolare da domani mattina. Già da stanotte in Sala operativa è prevista la vigilanza rinforzata. "La Sala operativa della Protezione civile regionale – sottolinea l’assessore Cosenza – è, come sempre, attiva 24 ore su 24. Da stasera è prevista la vigilanza rinforzata: le strutture regionali competenti, Arcadis, Autorità di Bacino, Genio civile e Protezione civile, sono allertate per domani mattina.(ANSA)

Questo contenuto è bloccato. Accetta i cookie per visualizzarlo.

ARTICOLI CORRELATI

Questo contenuto è bloccato. Accetta i cookie per visualizzarlo.


LASCIA UN COMMENTO (Il commento dovrà essere approvato dalla redazione)

Please enter your comment!
Please enter your name here