Fausto Pepe: accorpamento opportunità per le aree interne campane

0
14

Questo contenuto è bloccato. Accetta i cookie per visualizzarlo.

“Un’occasione – spiega il primo cittadino – che vede per la prima volta unite sul piano amministrativo due realtà importanti come il Sannio e l’Irpinia che, da oggi in poi, all’interno del contesto regionale avranno il dovere di portare avanti le istanze delle aree interne. Siamo sempre stati contrari all’idea di mortificare questi territori e abbiamo immaginato di attivare qualunque forma di resistenza, fino alla Corte Costituzionale. Su tutti i tavoli istituzionali abbiamo declinato la netta contrarietà a questo progetto: un’avversione diffusa innanzitutto tra la popolazione. Abbiamo sostenuto le ragioni delle due province, eterogenee per storia, tradizione ed economia. Ma oggi che non viene lasciato spazio alle legittime rimostranze delle autonomie locali non ci resta che sfruttare questa circostanza per tentare un riequilibrio che salvaguardi gli interessi e l’orgoglio di entrambe le popolazioni, a partire dalla Regione Campania. A questo proposito credo che il ruolo di capoluogo affidato a Benevento in virtù di un criterio numerico non debba costituire elemento di vanto campanilistico, quanto piuttosto sia utile ad avviare una riflessione e un approfondimento che evitino in futuro simili distonie: quando si ragiona degli assetti istituzionali dei territori non possono essere trascurate le aspirazioni dei primi titolari della sovranità. Mi conforta che sia ben noto ai vertici istituzionali dell’Irpinia l’impegno profuso da Comune e Provincia di Benevento perché venissero rispettate le singole autonomie. E proprio per tramutare questa incombenza in un’opportunità, già nei prossimi giorni mi farò carico di avviare una nuova azione di confronto che possa risultare utile a gestire la fase transitoria e l’avvio di questa nuova storia comune”.

Questo contenuto è bloccato. Accetta i cookie per visualizzarlo.

ARTICOLI CORRELATI

Questo contenuto è bloccato. Accetta i cookie per visualizzarlo.


LASCIA UN COMMENTO (Il commento dovrà essere approvato dalla redazione)

Please enter your comment!
Please enter your name here