Benevento – Paganese 2-0. Vigorito: resto, non vado via. Il progetto per la \”B\” continua

0
4

Questo contenuto è bloccato. Accetta i cookie per visualizzarlo.

Ugolotti conferma il 4-4-2 sperimentato nella vittoriosa gara di Coppa Italia e rilancia dal primo minuto Giacomo Cipriani, offrendo una maglia da titolare anche al giovane prodotto di casa Cristian Buonaiuto, scelto come esterno destro, con Mancosu ad agire sul versante opposto. Il partner d’attacco dell’ariete bolognese è Marchi mentre ci sono da segnalare le illustri esclusioni di D’Anna e Rajcic, rilevati rispettivamente da Pedrelli, oggi capitano, e Davì. Nella Paganese di Grassadonia, imbattuta nei derby, partono dal primo minuto gli ex giallorossi Ciarcià e Girardi. Dopo i primi 5 minuti in cui gli ospiti sembrano voler imporre la propria supremazia sfruttando il momento no dei sanniti, il Benevento prende coraggio e inizia ad assumere progressivamente il pallino della manovra. Al 7’ prima clamorosa occasione per passare in vantaggio: Mancosu raccoglie la sponda di Cipriani in area piccola e con un preziosismo trova il pertugio giusto per mettere Buonaiuto solo davanti al portiere, ma la conclusione del ventenne partenopeo incoccia il palo esterno e termina a lato. Passano 3 minuti e Marchi si esibisce in una magia dalla linea di fondo mandando a vuoto due avversari, ma il suo traversone teso incontra la pronta respinta di Robertiello in uscita volante. Dopo 60 secondi gran discesa di Mancosu sull’out mancino, servizio leggermente lungo per Cipriani che si defila, lascia rimbalzare la sfera e incrocia uno splendido destro sul secondo palo: ancora una volta è il legno a salvare gli ospiti. Con il passare dei minuti si capisce come il Benevento sia sceso in campo con il piglio giusto e la cattiveria necessaria per fare suo il derby e provare a riconciliarsi con il deluso pubblico di casa, anche se la Paganese è avversario ostico e tignoso. Al 14’ è ancora una volta il giovane sostituto dello squalificato Marrucco a rendersi protagonista, sventando miracolosamente un calcio di punizione di Mancosu destinato all’incrocio. Minuto 24, ennesima sponda di Cipriani e battuta mancina di Marchi su cui si immola Fernandez . Sarà l’ultima chance di un primo tempo in cui i giallorossi si sono distinti per concentrazione e grinta, lasciando agli azzurrostellati solo le briciole. Nella seconda frazione di gara il copione tattico sostanzialmente non cambia, se non per il fatto che il Benevento rientra dagli spogliatoi decisamente più cinico e pragmatico. Trascorrono 9 minuti dalla ripresa delle ostilità e Marchi penetra in area costringendo al fallo l’ingenuo terzino Nunzella. Dal dischetto Mancosu trafigge inesorabilmente Robertiello portando la Strega meritatamente in vantaggio. Rispetto alle ultime uscite il forcing sannita non si esaurisce una volta sbloccato il risultato e dopo 7 minuti il raddoppio è servito: strepitosa discesa del talento sardo che si beve Calvarese e indovina un assist al bacio per l’accorrente Marchi che da due passi non può proprio sbagliare. Da qui in poi è accademia, con Ugolotti che ridisegna lo schieramento sostituendo Marchi con Rajcic e l’applauditissimo Cipriani con Montini, più il cambio forzato tra Pedrelli (out per infortunio) e D’Anna. Anche mister Grassadonia corre ai ripari rivoluzionando il parco attaccanti ma il primo tiro in porta dei suo ragazzi si registra solo al 75’, quando la sventola mancina dell’esperto Fava termina di poco alla destra dell’inoperoso Gori. Da qui in poi i giallorossi mantengono il possesso palla, abbassano i ritmi e gestiscono il risultato senza mai andare in affanno. Da segnalare solo qualche interessante spunto dei giovani Buonaiuto e Montini, più l’applauso finale del pubblico, finalmente soddisfatto della prova offerta dai propri beniamini. Benevento: Gori, Pedrelli (57′ D’Anna), Siniscalchi, Mengoni, Bolzan, Davì, Montiel, Buonaiuto, Mancosu, Marchi (’64 Rajcic), Cipriani (’68’ Montini) A disp. Mancinelli, Rinaldi, Falzarano, Altinier All. Ugolotti Paganese: Robertiello, Calvarese (’67 Puglisi), Nunzella, Romondini, Fusco, Fernandez, Ciarcià (’59 Fava), Soligo, Girardi, Scarpa (’73 Neglia), Tortori A disp. Pergamena, Pepe, Franco, Orlando All. Grassadonia Arbitro: Bietolini di Firenze coadiuvato da Mariani e Fraschetti di Perugia Reti: 55′ Mancosu (rig.), 62′ Marchi Ammoniti: Davì, Girardi, Montiel, Puglisi Note: Spettatori 1730. Recupero 0′ e 4′ Antonio Colangelo per LoStregone.net IN ALLEGATO LA CONFERENZA STAMPA INTEGRALE DEL PRESIDENTE DEL BENEVENTO CALCIO ORESTE VIGORITO TRASMESSA DA TV7

Questo contenuto è bloccato. Accetta i cookie per visualizzarlo.

ARTICOLI CORRELATI

Questo contenuto è bloccato. Accetta i cookie per visualizzarlo.


LASCIA UN COMMENTO (Il commento dovrà essere approvato dalla redazione)

Please enter your comment!
Please enter your name here