Nocerina-Benevento 3-2. Disastro giallorosso. Gli unici a trionfare sono stati i tifosi.

0
6

Questo contenuto è bloccato. Accetta i cookie per visualizzarlo.

I rossoneri ringraziano e volano nei quartieri alti, i sanniti recitano il mea culpa per una scriteriata gestione della gara e vengono agganciati dal Catanzaro in piena zona playout. Ugolotti schiera un undici più abbottonato rispetto alla formazione opposta al Frosinone e allora spazio a Cristiani in luogo di Buonaiuto mentre in mediana è De Risio, e non Rajcic, ad affiancare Montiel. Auteri non rinuncia alle 3 punte e sceglie Negro e Merino ai lati di Evacuo. Proprio l’ex più temuto firma la prima conclusione della contesa, impattando di testa un traversone di Corapi, meteora giallorossa, senza però impensierire Gori. Al 4’arriva il vantaggio dei locali sulla prima di una lunga serie di svarioni della retroguardia sannita, che si ferma ingenuamente attendendo la chiamata del guardalinee per un presunto offside di Negro, e consente a Daffara di beffare Gori dopo un batti e ribatti in area piccola. Giusto il tempo di riportare la palla a centrocampo e Cipriani si conquista d’astuzia e d’esperienza un calcio di rigore per atterramento di Chiosa, ammonito nell’occasione. Mancosu riscatta l’errore di lunedì sera e dagli undici metri spiazza Aldegani riportando il risultato in parità. La veemente e immediata reazione dei giallorossi si rivela, tuttavia, decisamente illusoria. Gli uomini di Ugolotti danno sempre l’impressione di essere in inferiorità numerica in mezzo al campo e vanno in affanno ogni qualvolta i molossi si fanno vivi dalla trequarti in poi. Al 31’ splendido taglio di Merino che mette Negro davanti a Gori, abilissimo a stoppare in uscita il tentativo dell’attaccante rossonero. La situazione si ripete una manciata di minuti più tardi, quando sul lancio di Bruno, Bolzan si perde completamente Corapi su cui è ancora una volta l’estremo difensore tarantino ad intervenire in uscita disperata. Un minuto dopo sventola da fuori area di Merino e ancora una volta Gori è chiamato alla parata salva risultato. Al 39’ episodio chiave del match: Negro va giù in area ma per l’arbitro è simulazione. Si accende un parapiglia e il direttore di gara decide di mandare anzitempo negli spogliatoi Siniscalchi e lo stesso Negro. Nella ripresa Ugolotti inserisce Pedrelli per Cristiani ma la sensazione è che i giallorossi siano rimasti negli spogliatoi. A due soli minuti dalla ripresa delle ostilità, la Nocerina si riporta in vantaggio con Evacuo, implacabile nello sfruttare un erratoposizionamento della retroguardia ospite e battere Gori con il mancino. Così come accaduto nella prima frazione, il Benevento ha subito la chance per riagguantare il pari ma sul cross di Marchi dall’out di destra, Cipriani in elevazione non riesce a centrare lo specchio della porta. Al minuto 58 altro errore di posizione di Bolzan che regala campo aperto ad Evacuo, ma sul traversone del bomber di Pompei è Garufo da due passi a graziare il Benevento, mancando clamorosamente l’impatto con la sfera. Al 76’ De Risio la combina grossa rimediando ingenuamente il suo secondo cartellino giallo e lasciando i suoi compagni in 9 uomini. Sussulto giallorosso due minuti dopo: prima la botta di Montiel incoccia il palo e poi, sugli sviluppi della stessa azione, Aldegani devia in corner la staffilata da fuori area di Mancosu. Ma proprio quando ci si prepara al disperato forcing finale, arriva la zampata di Evacuo che, manco a dirlo, approfitta di un grossolano errore in disimpegno di Germinale, e sigla la sua personale doppietta che scrive la parola fine sulla contesa. E poiché non c’è mai limite al peggio, arriva anche l’evitabile espulsione di Cipriani per una gomitata rifilata a Corapi, il quarto cartellino rosso (in precedenza via Mancinelli dalla panchina) di una giornata nerissima. Nell’ultimo dei 5 minuti di recupero c’è da registrare la prima rete in giallorosso di Montiel che su calcio di punizione (con l’evidente complicità di Aldegani) fissa l’amarissimo punteggio finale sul 3-2.

Nocerina (4-3-3):  Aldegani, Baldan, De Franco, Chiosa, Daffara, De Liguori, Bruno (55’ Garufo), Corapi, Negro, Evacuo, Merino (65’ Mazzeo) A disp. Ragni, Sabatino, Russo, Crescenzi, Andelkovic. All. Auteri

Benevento (4-4-2): Gori, Siniscalchi, Rinaldi, Mengoni (73’ Anaclerio), Bolzan, Cristiani (46’ Pedrelli), De Risio, Montiel, Mancosu, Marchi (65’ Germinale), Cipriani. A disp. Mancinelli, Rajcic, Buonaiuto, Altinier. All. Ugolotti

Reti: 4’ Daffara, 6’ Mancosu (rig.), 47’e 88’ Evacuo, 95’ Montiel
Arbitro: Bindoni di Venezia
Ammoniti: Chiosa, Mengoni, Montiel, Bolzan, Germinale, Baldan, Pedrelli
Espulsi: al 39’ Siniscalchi e Negro, De Risio al 76’, Mancinelli (dalla panchina) all’80’, Cipriani al 93’

Antonio Colangelo per LoStregone.net

Questo contenuto è bloccato. Accetta i cookie per visualizzarlo.

ARTICOLI CORRELATI

Questo contenuto è bloccato. Accetta i cookie per visualizzarlo.


LASCIA UN COMMENTO (Il commento dovrà essere approvato dalla redazione)

Please enter your comment!
Please enter your name here