Benevento, una tripletta di Evacuo non basta. Il Prato fa 3-3

0
6

 I più navigati della Lega Pro conoscono troppo bene l’impianto di Via Lannoni. Magari nemmeno i giallorossi si aspettavano di dover pareggiare così, in questa maniera, al Lungobisenzio. Il Prato ha voluto onorare fino alla fine la maglia ed ha messo i bastoni tra le ruote ai ragazzi di Brini. Complici, però, anche le troppe disattenzioni del Benevento che hanno permesso ai lanieri di evitare la sconfitta. Il pari in terra toscana condanna la strega alla settima posizione, mentre il Pisa, vittorioso al Dei Pini di Viareggio, supera la compagine sannita.

 PRIMO TEMPO- Fischio d’inizio, parte subito bene il Prato che impone il proprio gioco, ma il Benevento tiene duro. Nei primi dieci minuti i padroni di casa si fanno vedere dalle parti di Baiocco, ma nulla di fatto. Al 32’ i giallorossi fanno segnare sul taccuino un’azione clamorosa: Guerra scappa via col pallone, poi appoggia sulla sinistra per Negro che col piattone destro manda alto. Pochi minuti dopo, al 37’, gli uomini di Fabio Brini passano in vantaggio. Punizione dalla destra, parte uno schema tra Di Deo, Mengoni e Negro, palla sul secondo palo, arriva Evacuo che di testa infila alle spalle di Layeni. Due minuti dopo è ancora il Bomber di Pompei a gonfiare la rete, toccando leggero su assist di Campagnacci. Al 42’ il Prato accorcia le distanze su calcio d’angolo, Davì perde la marcatura su De Agostini che di testa la mette alle spalle di Baiocco. Allo scadere della prima frazione di gioco, Evacuo mette a segno la sua prima tripletta in campionato, sempre di testa, su servizio di Som.

 SECONDO TEMPO- La ripresa inizia subito male per il Benevento, tanta confusione. Dopo soli sei minuti di gioco, De Agostini impegna Baiocco che si rifugia in angolo. Al quarto d’ora Evacuo scappa palla al piede, poi serve Negro, solo davanti alla porta prova la conclusione, ma Layeni si supera e devia con le gambe. Al 23’ ancora Negro si rende protagonista di una clamorosa azione, ma la palla di entrare non ne vuol sapere. Al 37’ il Prato accorcia nuovamente le distanze su calcio di rigore, dagli undici metri il neo-entrato Pisanu accorcia le distanze. A due minuti dal termine, invece, i lanieri trovano il gol del pareggio con Bagnai, fatale il suo sinistro.

 Christian Schipani 

ARTICOLI CORRELATI


LASCIA UN COMMENTO (Il commento dovrà essere approvato dalla redazione)

Please enter your comment!
Please enter your name here