Squadra Mobile di Benevento “Operazione New Bridge”

0
328

Carlo BRILLANTE, nato a Montefalcone di Valfortore (BN) il 07.10.1965, ivi residente in via Roma nr.4;
Francesco VONELLA , nato a Catanzaro il 23.01.1987, residente a Girifalco (CZ) in via A. Migliaccio nr. 74, domiciliato in Montefalcone di Valfortore (BN) in via Fontana nr.7. I due , unitamente agli altri membri del clan locale, si trovano ancora ristretti in strutture carcerarie. In merito si ricorda che le indagini, condotte dalla Polizia di Stato, Squadre Mobili di Reggio Calabria e Benevento , coordinate dal Servizio Centrale Operativo e caratterizzate da una piena sinergia tra le Autorità investigative Italiane e Statunitensi, , nella specie del U.S. Department of Justice e Federal Boureau of Investigation, avevano disvelato un’organizzazione criminosa di stampo mafioso dedita al traffico internazionale di sostanze stupefacenti del tipo eroina e cocaina. Ampi si erano dimostrati i collegamenti tra esponenti legati alla famiglia mafiosa GAMBINO di New York e soggetti italiani, legati o appartenenti a famiglie mafiose della ‘ndrangheta calabrese.

Nel contempo, si era altresì provata l’ esistenza di una cellula di stampo mafioso, di una famiglia Newyorkese, sedente nel territorio di Montefalcone di Valfortore (BN). La Squadra Mobile di Benevento, diretta dal Vice Questore Aggiunto Dott.ssa Giovanna Salerno, aveva dato esecuzione, in data 11 febbraio scorso, a sei fermi di p.g. nei confronti dei predetti Carlo BRILLANTE  e Francesco Vonella altre che di: Daniele CAVOTO  nato a Benevento il 21.05.1986, residente a Montefalcone Valfortore (BN) alla via Renato Zeppa 2;  Eugenio IGNELZI  nato a Montreal (Canada) il 31.01.1976 residente a Ginestra degli Schiavoni alla via Creta 4; Antonino Francesco TAMBURELLO  “detto “Nick” nato a Partanna (TP) il 7.02.1969 residente a Castelfranco in Miscano (BN) alla via Cortile nr. 9, di fatto domiciliato in Montefalcone Valfortore Via del Sol nr. 32; Andrea MEMMOLO nato a Benevento il l’11.09.1986 residente a Montefalcone Valfortore (BN) alla via Riviera 1. Furono indagati per i reati p. e p. dall’art.74 commi 1,2 e 3 D.P.R. 309/1990 art 4 l.146/2006, nonché per alcuni di essi per il delitto p. e p. dall’art 416 bis comma 1,3,4,5 e 6.
La cellula, sulla scorta delle acquisizioni investigative, appariva aver aderito al sodalizio criminoso finalizzato al traffico di stupefacenti facente capo agli Ursino e si apprestava a porre in essere, sul territorio beneventano, anche reati contro il patrimonio e l’incolumità personale che non si sono realizzati solo grazie al costante monitoraggio ed agli incisivi interventi mirati posti in essere, lungo tutto l’arco temporale delle indagini, dalla Squadra Mobile di Benevento. Il GIP di Reggio Calabria, di seguito ad approfonditi accertamenti patrimoniali, frutto di pregnanti acquisizioni investigative, ha dunque ritenuto di dover procedere al sequestro preventivo dei beni di proprietà di Brillante Carlo, tra i quali: impresa individuale , denominata “Bar Carlo”, con sede in Montefalcone di Val Fortore che ha la gestione sia di un Bar-Caffetteria che di una autorimessa con conducente. Un appartamento di 9 vani in via Roma, intestato alla moglie del Brillante. Sequestro di tutti i rapporti con saldo attivo intrattenuti dai membri della famiglia Brillante presso Istituti di Credito o finanziari. Al Francesco Vonella  è stato, invece, notificato in carcere il sequestro di un fabbricato sito in provincia di Catanzaro , di un’autovettura Smart Four four e di tutti i rapporti con saldo attivo intrattenuti dallo stesso presso tutti gli Istituti di credito o finanziari presenti sul territorio nazionale. Contestualmente ai sequestri sulla provincia di Benevento, la Squadra Mobile di Reggio Calabria , giusta disposizione della medesima ordinanza del GIP, ha operato dei sequestri a carico di membri della famiglia Ursino nei territori calabresi. Alle operazioni di sequestro sul territorio di Benevento hanno preso parte, oltre a personale della “Sezione Criminalità Organizzata” della Squadra Mobile, personale della Polizia Scientifica del locale “Gabinetto di Polizia Scientifica” della Questura , un Ufficiale Giudiziario ed un commercialista collaboratore del Dr. Perrelli F. , nominato, dalla Procura di Reggio Calabria, quale titolare dell’Amministrazione giudiziaria dei beni sottoposti a sequestro.

ARTICOLI CORRELATI


LASCIA UN COMMENTO (Il commento dovrà essere approvato dalla redazione)

Please enter your comment!
Please enter your name here