ARRESTATO ESPONENTE CLAN SATURNINO DETTO \”IL CINESE\”

0
108

L’uomo dovrà scontare un residuo di pena, pari ad 1anno, 10mesi e 14giorni, in quanto riconosciuto responsabile e condannato definitivamente per i reati di estorsione e lesioni personali in concorso, aggravati dal metodo mafioso, nonché violazione del regime di pubblica sicurezza della sorveglianza speciale.
Nell’autunno del 2006, infatti, il Saturnino in concorso con altri 3 affiliati strinse nella morsa il titolare di una struttura ricettiva – ubicata nella stessa Sant’Agata de’ Goti – dal quale pretese denaro e base logistica per i suoi affari, in cambio di protezione: il tutto con minacce, violenze fisiche ed intimidazioni connesse all’esistenza della sua organizzazione.
Dopo alcuni episodi, però, la vittima trovò il coraggio di denunciare e si rivolse ai Militari del posto che avviarono un’immediata ed efficace attività investigativa, conclusasi con il deferimento dei responsabili, l’emissione di misure cautelari restrittive in loro danno e, successivamente, le condanne.
Esperiti tutti i gradi di giudizio (ultimo il rigetto del ricorso in Cassazione) e sottratto il tempo già trascorso in custodia cautelare (4anni, 9mesi e 16giorni), il cinese è stato tradotto presso la Casa Circondariale di Benevento-Capodimonte, ove sconterà 1anno, 10mesi e 19giorni di ulteriore detenzione.   
 
 

ARTICOLI CORRELATI


LASCIA UN COMMENTO (Il commento dovrà essere approvato dalla redazione)

Please enter your comment!
Please enter your name here