Benevento, Brini: “Meritavamo di vincere, a Lecce per giocarcela”

0
4

 Un pareggio che lascia l’amaro in bocca, soprattutto per quanto visto in campo. La strega poteva uscire vincitrice da questa battaglia, ma vuoi un Caglioni in giornata, vuoi la sfortuna, il pari è tutto ciò che resta di una partita, in fin dei conti, equilibrata. Ecco quanto dichiarato dal trainer del Benevento a fine gara: “Non avevo timore di perdere la partita, ma c’era un po’ di nervosismo. Abbiamo giocato troppo palla lunga. Nel secondo tempo è cambiato qualcosa, abbiamo avuto due o tre occasioni nitide. Andremo a Lecce per giocarcela. Il Lecce? Rispetto allo scorso anno sono cambiati gli attori, ma avrebbe potuto vincere anche il campionato se non fosse stato per le prime gare perse. Sono un’ottima squadra e si è visto, è un complesso che lavora molto bene ed ha individualità importanti. Le palle inattive? Sapevamo che dovevamo evitarle, ma la tensione in campo ha portato anche a questo. Miccoli è stato bravo, ma mi interessa più un confronto con una grande squadra come il Lecce, potevamo portare la vittoria a casa. Al ritorno giocheremo alle 16 e non alle 21, ciò influirà molto, anche questo sarà oggetto di confronto. Nella ripresa il Benevento ha preso personalità, nonostante il pari s’è continuato a giocare. I salentini sulle fasce hanno costruito poco. Noi e il Lecce, per statistica, siamo le due squadre che attaccano di più sugli esterni”.

 Christian Schipani  

ARTICOLI CORRELATI


LASCIA UN COMMENTO (Il commento dovrà essere approvato dalla redazione)

Please enter your comment!
Please enter your name here