Sottoscritto il protocollo per la sede decentrata del Garante per l’infanzia

0
5

 
“Certamente la nostra non è tra le città a maggior rischio in Campania – ha spiegato il sindaco, Fausto Pepe – ma va comunque ricordato che sino alla fine degli anni Cinquanta Benevento è stata la città del mercato dei valani, ovvero della compravendita del lavoro minorile. Occorre prestare, quindi, molta attenzione ai problemi dell’infanzia, anche per cancellare definitivamente questi retaggi culturali. Abbiamo dunque il dovere di sensibilizzare quanto più possibile la popolazione e la firma del protocollo d’intesa per l’istituzione di una sede decentrata a Benevento del Garante per l’infanzia e l’adolescenza della Regione Campania rappresenta un punto di partenza in questo senso”.
 
“L’idea – ha spiegato il Garante per l’infanzia e l’adolescenza della Regione Campania, Cesare Romano – è quella di essere presenti quanto più possibile sul territorio regionale in modo da conoscerlo meglio. Di qui la scelta di istituire una sede decentrate in ogni provincia. Una scelta che ci consentirà di raccogliere dati ed effettuare una mappatura del territorio in modo da affrontare al meglio le nuove emergenze, tra cui va ricordata quella del gioco d’azzardo minorile che vede purtroppo la Campania al primo posto in Italia”.
 
“La sinergia tra il Garante per l’infanzia e l’adolescenza, il Comune di Benevento e la nostra organizzazione – ha spiegato infine il presidente dell’Unicef provinciale, Carmen Maffeo – certamente darà i suoi frutti e lo sportello che si andrà ad aprire presso la sede del Settore Servizi Sociali certamente rappresenterà un punto di riferimento importantissimo, sia per la città di Benevento che per la stessa provincia”.
 
Come si legge nel protocollo, “lo scopo generale dell’azione è senz’altro quello di dotare la città di Benevento di servizi utili alla cittadinanza nell’interesse superiore dell’infanzia e dell’adolescenza del proprio territorio.  Tali servizi, propri delle funzioni del Garante regionale, saranno erogati attraverso la costituenda sede, mediante la conoscenza del territorio e delle istituzioni operanti con l’ausilio di volontari e delle realtà del terzo settore e soprattutto in sinergia con l’Assessorato al Servizio al Cittadino, con il Sindaco, con il Settore Servizi al Cittadino e con le Forze dell’Ordine. I cittadini potranno trasmettere le segnalazioni riguardanti la lesione dei diritti dei minori, attraverso uno sportello aperto al pubblico presso la sede o con altro mezzo di comunicazione, quali email, tel, e fax, lavorate direttamente dalla sede decentrata. La promozione dei diritti dei minori sarà prioritaria nelle campagne di sensibilizzazione e informazione. L’ufficio avrà anche il compito di istituire un osservatorio sul disagio minorile al fine di mappare il territorio attraverso una banca dati in grado di fornire strumenti d’intervento all’amministrazione”.
 

ARTICOLI CORRELATI


LASCIA UN COMMENTO (Il commento dovrà essere approvato dalla redazione)

Please enter your comment!
Please enter your name here