“Le strade per lo sviluppo”, in città il Presidente di Confindustria Giorgio Squinzi

0
34

L’evento prende il nome dal titolo della pubblicazione redatta con la collaborazione del centro studi SRM, dell’area Mezzogiorno di Confindustria e dell’Università di Napoli Federico II, che accende i riflettori sulla questione infrastrutturale del territorio, i cui dati saranno illustrati durante il convegno. “La presenza a Benevento del Presidente Confederale Squinzi – dichiara Biagio Mataluni, Presidente di Confindustria Benevento – è un segnale molto forte, indice di attenzione anche nei confronti di realtà meno vaste. L’assemblea non costituisce solo un momento particolarmente sentito per la sua funzione aggregativa, ma offre soprattutto l’opportunità di riflettere su temi strategici per lo sviluppo del territorio, come quello delle infrastrutture. Partire da un documento che fornisce dati empirici e che fotografa la realtà della provincia, è l’ideale per porre l’accento su un gap infrastrutturale spaventoso, che condiziona fortemente il tessuto imprenditoriale e tarpa le ali al suo sviluppo. Vogliamo, infatti, far sentire la voce delle imprese per meglio imboccare la strada del cambiamento ed avviare un virtuoso processo di riscatto, che da qui possa investire il Mezzogiorno intero”. Il programma completo dei lavori prevede: – INDIRIZZI DI SALUTO: Fausto Pepe, Sindaco di Benevento. – INTRODUCE E MODERA: Biagio Mataluni, Presidente Confindustria Benevento. – PRESENTAZIONE DELLO STUDIO “BENEVENTO E LA SUA PROVINCIA: LE STRADE PER LO SVILUPPO”: Ennio Forte, Ordinario di Economia dei Trasporti e della Logistica dell’Università di Napoli Federico II. – CASE HISTORY – INTERESSE PUBBLICO E INVESTIMENTI PRIVATI: Fabio Bocchiola, Presidente CdA REC, Direttore Generale REPOWER ITALIA. – INTERVENTI: Stefano Caldoro, Presidente Regione Campania; Umberto Del Basso De Caro, Sottosegretario di Stato alle Infrastrutture e ai Trasporti. – CONCLUSIONI: Giorgio Squinzi, Presidente Confindustria.

ARTICOLI CORRELATI


LASCIA UN COMMENTO (Il commento dovrà essere approvato dalla redazione)

Please enter your comment!
Please enter your name here