TENTA DI VIOLENTARE DUE DONNE RUMENE. ARRESTATO PER TENTATA VIOLENZA SESSUALE UN PREGIUDICATO 50ENNE.

0
14

L’uomo, dopo essersi recato presso l’abitazione in uso alle due donne e situata in una zona alquanto isolata del piccolo Comune, dopo essersi introdotto all’interno della casa e giunto alla presenza delle donne, con fare minaccioso e prepotente, gli voleva imporre di congiungersi carnalmente con lui.

Le due donne, atterrite, compresa immediatamente la gravità del fatto, si sono rifugiate nella cucina chiudendo la porta a chiave ma invano, poiché l’uomo, ancora in preda al suo “raptus”, ha sfondato la porta riuscendo a penetrare all’interno del locale dove ha aggredito violentemente le due donne ancora intenzionato a portare a termine il suo scopo.

Le vittime, dopo avere strattonato l’uomo ed essersi così divincolate dalla sua presa, sono fuggite dalla casa lasciando l’uomo ancora all’interno e chiedendo aiuto al numero di Pronto Intervento dell’Arma 112 che subito ha provveduto ad inviare i Carabinieri della Stazione di Paduli.

Giunti sul posto e dopo avere preso cognizione dell’accaduto, i militari hanno condotto le due donne in Caserma e qui, dopo avere raccolto le poche, frammentarie informazioni fornite dalle spaventate vittime, hanno subito avviato le indagini che hanno permesso di individuare con certezza l’autore del fatto: un agricoltore 50enne, pregiudicato, originario e residente nella provincia sannita che è stato poi rintracciato ed arrestato mentre era nella sua abitazione.

Le due donne, intanto, sono state accompagnate presso il Pronto Soccorso dell’Ospedale “Fatebenefratelli” dove gli sono state riscontrate lesioni e contusioni di lieve entità.

L’uomo, dopo essere stato condotto in Caserma per l’espletamento delle formalità di rito, è stato successivamente tradotto presso la sua abitazione in regime di detenzione domiciliare così come peraltro disposto dal PM di turno – Dr.ssa Flavia Felaco – immediatamente informata della vicenda.

ARTICOLI CORRELATI


LASCIA UN COMMENTO (Il commento dovrà essere approvato dalla redazione)

Please enter your comment!
Please enter your name here