Decreto \”Sblocca-Italia\”, il commento di Luigi Diego Perifano, presidente ASI

0
18

Il Governo ha dunque fatto la sua parte e ora toccherà agli altri soggetti istituzionali coinvolti nella realizzazione delle opere fare in modo che sia rispettata la scadenza dei dodici mesi per l'avvio dei lavori: ovvio che , per scongiurare la tagliola della revoca dei finanziamenti, occorre un salto di qualità gestionale , con la velocizzazione di tutti i procedimenti burocratici in corso. Sarà dunque bene vigilare.L'ulteriore buona e nuova notizia è la decisa accelerazione che si vuole imprimere al progetto della Napoli-Bari: in virtù della designazione di un commissario con poteri straordinari, l'apertura dei cantieri è stata anticipata dal 2018 al 2015.Comincia dunque a definirsi uno scenario in cui , grazie anche all'impegno dell'attuale sottosegretario al ramo, riguadagna centralità il tema del potenziamento della rete infrastrutturale provinciale, con importantissime ricadute per i futuri progetti di sviluppo economico del comprensorio sannita: naturalmente, se è vero che non bastano le strade e le ferrovie per attivare gli investimenti imprenditoriali, è altrettanto vero che la presenza di adeguate strutture di connessione è comunque una condizione necessaria per rendere credibile qualsiasi ragionamento sulle funzioni produttive del territorio.
Luigi Diego Perifano
Presidente Asi

ARTICOLI CORRELATI


LASCIA UN COMMENTO (Il commento dovrà essere approvato dalla redazione)

Please enter your comment!
Please enter your name here