Vigilanza ambientale del territorio, illustrata stamani l’iniziativa alla stampa

0
8

 
L’attività, che avrà inizio dopo il via libera del Consiglio Comunale e la successiva stipula di un’apposita convenzione, consentirà di migliorare e rendere più efficace la repressione di comportamenti incivili, soprattutto in materia ambientale (vedi l’abbandono indiscriminato di rifiuti che attualmente incide per circa un milione di euro sul bilancio dell’Asia), in quanto gli agenti del Nucleo Ambientale delle Guardie Zoofile dell’E.N.P.A. potranno procedere all’identificazione e al sanzionamento degli autori dei reati avendo funzioni di Polizia Giudiziaria in base ad apposito decreto rilasciato dalla Prefettura competente (che ne autorizza anche l’uso di apposite divise).
 
Come illustrato dall’assessore all’Ambiente, Enrico Castiello, dal comandante del Corpo di Polizia Municipale, Giuseppe Moschella, dal dirigente del Settore Territorio e Ambiente, Aniello Moccia, dal presidente dell’Asia, Lucio Lonardo, e dal capo del Nucleo Ambientale delle Guardie Zoofile dell’E.N.P.A., Pierluigi Onori, l’attività non comporterà alcun costo per l’Ente (ad eccezione del rimborso delle spese sostenute per il pattugliamento) e nella prima fase sarà svolta in sinergia con la Polizia Municipale.
 
“La prevenzione – ha spiegato l’assessore Castiello a margine della conferenza stampa – assume un valore fondamentale e, ove praticata efficacemente, si traduce in consistenti vantaggi di natura economica e sanitaria per l’ente locale ed anche in termini di sicurezza per i cittadini. Spesso, infatti, per problematiche contingenti o carenze di organico questi aspetti non secondari vengono tralasciati, causando una diminuzione del livello generale di legalità e l’acuirsi di problematiche che, a prescindere da quello dell’abbandono indiscriminato di rifiuti, si ritorcono in ogni caso sugli enti stessi. Basti pensare al controllo dei mattatoi abusivi e delle stalle, al trasporto di animali provenienti da altre nazioni, al combattimenti di cani, al randagismo, alla detenzione di animali protetti, agli incendi boschivi o al danneggiamento e furto della flora fino ad arrivare alle discariche abusive o all’inquinamento delle falde acquifere. Conseguentemente aumenta il proliferare di infezioni che, solo facendo una efficiente ed efficace prevenzione, si può arrestare. Di qui l’importanza dell’attività dell’E.N.P.A. e della sinergia che metteremo in campo a breve”.
 
 

ARTICOLI CORRELATI


LASCIA UN COMMENTO (Il commento dovrà essere approvato dalla redazione)

Please enter your comment!
Please enter your name here