Giulia Abbate: Via Francigena, cicloturismo grande occasione per il Sannio

0
26

L'iniziativa rientra nel progetto Euro Velo, che prevede la frecciatura di percorsi ciclabili in tutta Europa. Benevento e il Sannio rientrano nel tratto di via Romea Francigena che collega la città con Roma.I cicloturisti della Fiab sono stati accolti ieri sera al castello con un convegno dedicato al tema. Ha aperto il dibattito il sindaco di Faicchio Nino Lombardi, affiancato dal presidente nazionale di Fiab Giulietta Pagliaccio e dal coordinatore del Gal Titerno Nicola Ciarleglio. Presente al tavolo anche il vicepresidente di Confindustria Filippo Liverini, storico sostenitore di iniziative legate all'attività sportiva. Hanno affrontato il tema della mobilità in Campania l'assessore regionale Sergio Vetrella e la presidente della Commissione Trasparenza Giulia Abbate (PD).

In tutti gli interventi è stata sottolineata la grande opportunità che il progetto di rete ciclabile riveste per le aree interne, in particolare per il Sannio. Il sindaco Lombardi ha auspicato la valorizzazione dei borghi sanniti, soste interessanti proprio per chi è alla ricerca di un turismo di qualità. L'assessore Vetrella ha accolto l'invito della Fiab alla collaborazione istituzionale, impegnandosi a portare avanti il progetto Bicitalia nella conferenza Stato-Regioni, coniugandolo con l'intermodalità del trasporto pubblico.

Ha concluso i lavori Giulia Abbate. "Ringrazio la Fiab Sannio per l'invito – ha sottolineato la consigliera regionale del Partito Democratico – a cui va il merito di aver tenuto viva l'idea di un approccio diverso al turismo nel nostro territorio. Un approccio che fa della lentezza un pregio assoluto, in grado di cogliere le bellezze storiche e di soffermare l'attenzione sull'enorme patrimonio agroalimentare. Ma la politica ha il dovere di programmare azioni coorenti verso questo obiettivo, sostenendo scelte che favoriscano questa vocazione al cicloturismo, un settore costantemente in crescita. Alla maggioranza che governa la Regione va ricordato tuttavia che il trasporto pubblico in Campania è allo sfascio. Basterebbe garantire la normalità dei servizi per favorire l'arrivo di un tipo di turismo assolutamente interessante".

ARTICOLI CORRELATI


LASCIA UN COMMENTO (Il commento dovrà essere approvato dalla redazione)

Please enter your comment!
Please enter your name here