Punti ricarica servizio mensa, pubblicato l’avviso per ottenere il POS

0
12

 
Resta espressamente convenuto che il relativo POS sarà dal Comune abilitato entro e non oltre il limite dell’importo della fideiussione presentata.                     
 
L’esercente abilitato riceve in comodato d’uso gratuito da parte del Comune un POS PSTN per la registrazione delle ricariche ed è responsabile della cura e del corretto utilizzo dell’attrezzatura. Le licenze d’uso, il canone annuo per lo scarico dei dati, l’eventuale formazione per l’utilizzo dell’attrezzatura fornita e l’assistenza tecnica della stessa sono a carico del Comune.
Il gestore del punto di ricarica mette a disposizione a sue spese una linea telefonica tradizionale (PSTN) per lo scarico giornaliero dei dati e la disponibilità dell’alimentazione a 220 V per poter alimentare il POS durante le operazioni di ricarica.3. La manutenzione ordinaria e straordinaria dell’apparecchiatura fornita sarà a pieno carico del Comune. In caso di necessità l’esercente dovrà comunicare per via breve, entro 6 ore dal verificato guasto, la necessità di intervento straordinario.
4. Per la contabilizzazione dei pagamenti riscossi quali quote prepagate per il servizio mensa,  ogni punto di ricarica provvederà, alla fine di ogni giorno di apertura del servizio, allo scarico dei dati verso il sistema centrale mediante POS  PSTN e alla conservazione degli scontrini di chiusura.
    I POS saranno abilitati all’incasso delle sole somme il cui importo complessivo rientri in quello coperto da apposita polizza assicurativa fideiussoria stipulata con primarie compagnie assicurative in cui venga espressamente contemplata la clausola dell’escussione, “a prima richiesta”, dell’importo dovuto.
5. Il  gestore di ogni  punto di ricarica provvederà a versare quanto riscosso dagli utenti, quale prepagamento del servizio mensa scolastica, al raggiungimento di un incasso pari all’importo della fideiussione stipulata. Il Comune procederà al recupero delle somme  dovute attivando “in primis” l’escussione della polizza assicurativa fideiussoria.
    Contemporaneamente, entro cinque giorni dal termine fissato per il pagamento delle somme dovute e non rispettato, il Comune disporrà il ritiro del POS, oggetto di contestazione, con conseguente decadenza dell’esercente  dalla funzione di punto di ricarica.
Il Comune potrà avviare, inoltre, tutte le opportune azioni legali a tutela dei propri diritti e per gli eventuali danni subiti.
 6. Le parti convengono che i giorni di valuta (maturati dal momento dell’incasso delle somme a quello del relativo versamento alla Tesoreria Comunale) costituiscono l’aggio economico per l’attivazione del punto di ricarica. L’esercente si impegna a svolgere il servizio a titolo gratuito.
7. Alla domanda di ammissione deve essere allegata la dichiarazione di impegno a fornire polizza fideiussoria per l’importo non inferiore a € 10.000,00 (diecimila/00)  da stipulare successivamente solo in caso di affidamento.
8. I titolari dei POS devono consegnare copia delle ricevute di versamento effettuato alla Tesoreria Comunale  all’Ufficio Istruzione Scolastica Servizi Al Cittadino entro tre giorni dal versamento.
    Per la partecipazione alla selezione è indispensabile provvedere alla compilazione dell’allegato A, disponibile presso la sede del Settore, Servizi al Cittadino (V.le dell’Università 10), o presso la sede dell’URP sita in Via del Pomerio (Palazzo Impregilo)  e scaricabile dal sito internet del Comune di Benevento al seguente indirizzo: www.comune.benevento.it alla sezione “Bandi e avvisi”.
Tale istanza dovrà essere indirizzata al Comune di Benevento, Settore Servizi al Cittadino viale dell’Università,10 – 82100 Benevento e pervenire al Protocollo del Settore medesimo, entro e non oltre le ore 14 del 26.09.2014.
 
 

ARTICOLI CORRELATI


LASCIA UN COMMENTO (Il commento dovrà essere approvato dalla redazione)

Please enter your comment!
Please enter your name here