AL CIRO VIGORITO DERBY DI ALTA QUOTA. BENEVENTO-SALERNITANA 0-0

0
6

Il benevento si è schierato con la seguente formazione:

Pane – Celjak – Lucioni – Scognamiglio – Som a centrocampo: capitan melara – doninelli – agyei -alfageme, in attacco la coppia marotta eusepi.

Grande affluenza di pubblico (almeno 1000 granata) con una nutritissima rappresentaza di tifosi sanniti accorsi per l'occasione più numerosi del solito, visto la partita di cartello. Bello spettacolo, e comportameto civilissimo da ambedue le parti, con al massimo solo dei fischi reciproci e null'altro.

Dicevamo risultato di parità, ma è il benevento che nel corso dell'intera partita, ha dimostrato di avere qualcosa in più dell'avvesario. Non ci sono state tante conclusioni verso la porta, ma due episodi su tutti lasciano perplessi. Due presunti rigori non concessi dal direttore di gara cifelli di campobasso. Il primo episodio è avvenuto al 16° del primo tempo, quando marotta ha servito in area una splendida palla per eusepi che è stato atterrato da un difensore granata. Tutti hanno gridato al rigore, purtroppo non concesso dall'arbitro, mal assistito nell'occasione dal quardalinee. Il secondo nella ripresa, al quarto minuto, per un presunto atterramento in area di marotta da parte dell'ex portiere giallorosso ghigo gori. Ma anche in questa occasione cifelli ha lasciato proseguire con un nulla di fatto. Episodi che potevano sicuramente cambiare il corso del match, ma purtroppo così non è stato, ed il risultato alla fine sta più stretto al benevento. Da menzionare inoltre le due oppurtinità capitate prima a Melara che entrato in area spara un missile in diagonale che si perde di poco alto. Ma soprattutto l'occasione avuta da scognamiglio al 67° su cross sempre di melara, invece di schiacciare in rete, inspiegabilmnente rimette la palla verso il centro forse per un compagno, o forse tradito dal sole negli occhi, peccato. Poca salernitana che probabilmente è scesa al ciro vigorito con il solo scopo di non perdere, non ha prodotto quasi nulla ad eccezione di una ripartenza dove il benevento si è fatto trovare scoperto perchè som era a terra per infortunio (costretto poi a lasciare il campo, sospetto striramento per lui) con l'ex negro atterrato al limite da agyei (ammonito nella circostanza) ed una conclusione debole dello stesso negro nella ripresa. Troppo poco per una squadra che dichiara di voler vincere il campionato. Il benevento probabilmente pur non facendo sua l'intera posta, ha fatto capire (con una gara maschia e di sostanza) agli avversari che c'è, e ci sara fino alla fine.

ARTICOLI CORRELATI


LASCIA UN COMMENTO (Il commento dovrà essere approvato dalla redazione)

Please enter your comment!
Please enter your name here