Asd Maleventum: Sanniti sconfitti in zona Cesarini, qualificazione ancora apertissima

0
5

NAPOLI – Sfuma in zona Cesarini un prezioso pareggio per il Maleventum che esce invece sconfitto di misura dal campo del Vomero Vip Club nella gara d’andata dei quarti di finale di Coppa Italia.
Dopo una prima fase di sostanziale studio il punteggio si sblocca al 15’ quando Iannelli approfitta di un intervento non certo irresistibile dell’estremo difensore di casa ma un minuto più tardi Lalomia trova il varco giusto e pareggia i conti. Le ridotte dimensioni del campo non agevolano di certo il quintetto di Corino che riesce comunque a gestire senza particolari affanni la sfida andando però sotto al 24’ complice un guizzo di Lalomia che manda quindi i partenopei al riposo con un gol di vantaggio.
Nella ripresa il Maleventum alza subito il ritmo e sembra trovare le distanze giuste tra i reparti ma al 10’ ancora Lalomia fa secco Ecravino e sul 3-1 si fa dura per i sanniti. Con il passare dei minuti viene però fuori il notevole tasso tecnico del quintetto beneventano che sfiora un paio di volte il gol trovando poi in rapida successione il micidiale uno-due di Iannace che riporta la situazione in perfetta parità. Il Maleventum a questo punto crede nel colpaccio con l’occasione più ghiotta che capita sui piedi di Aquino che al 25’ va alla battuta del tiro libero ma al bomber gialloblù non riesce la realizzazione e poi in piena zona Cesarini arriva la beffa per gli ospiti con il definitivo 4-3 di Corcione.
“C’è tanto rammarico per aver perso in questa maniera – afferma mister Corino – resto però fiducioso in vista del ritorno. A causa del campo molto piccolo abbiamo impiegato un po’ ad adattarci ma tutto sommato la squadra ha sempre gestito senza particolari problemi il match. Soprattutto nella ripresa siamo venuti fuori ed a mio avviso il pareggio ci stava tutto. Loro invece sono stati bravi a crederci fino all’ultimo ed ora ci giocheremo con grande serenità le nostre carte nella gara di ritorno fra una settimana al PalAdua”.  
 

ARTICOLI CORRELATI


LASCIA UN COMMENTO (Il commento dovrà essere approvato dalla redazione)

Please enter your comment!
Please enter your name here