“Un sms per dire no a droga e bulli”

0
97

Promossa dal Ministero dell’Interno in occasione dell’inizio dell’ anno scolastico  per favorire l’emersione di situazioni di illegalità che possono turbare il sereno andamento delle attività scolastiche e lo sviluppo psico-fisico dei giovani, l’iniziativa si inquadra nell’ambito delle strategie di sicurezza partecipata, volte a prevenire di fenomeni estremamente delicati e complessi quali il bullismo e lo spaccio e consumo di sostanze stupefacenti, espressione del malessere adolescenziale.
Tenuto conto delle potenzialità dei più evoluti e moderni canali di ascolto e comunicazione fortemente diffusi tra i giovani e  facilmente utilizzabili da tutti, è stato istituito su tutto il territorio nazionale il numero verde 43002 al quale chiunque può segnalare tramite un SMS, anche in forma anonima,  gli episodi di bullismo o i casi di spaccio o consumo di stupefacenti all’interno e nelle immediate vicinanze delle scuole.
Al riguardo il Prefetto, che già aveva preannunciata l’iniziativa in occasione della cerimonia di consegna del diario “Un anno con Civis”  agli alunni delle classi di quarta elementare presso l’Istituto Comprensivo Bosco Lucarelli di Benevento, ha sottolineato quanto il successo dell’ iniziativa dipenda dal contributo attivo  di tutti i cittadini, studenti, genitori, docenti,  e delle realtà che vogliano concretamente impegnarsi a favorire la prevenzione e la repressione di tali fenomeni, presenti anche nei centri di ridotte dimensioni demografiche.
 
 
 
Il Dirigente dell’Ufficio Scolastico Provinciale ha evidenziato la necessità di potenziare anche l’attività di informazione e sensibilizzazione rivolta a studenti e docenti per consentire una appropriata conoscenza del fenomeno utile a prevenire atti di bullismo, cogliendo tempestivamente i segnali premonitori.
Il Questore si è, quindi, soffermato sulle modalità operative dell’innovativo servizio. La segnalazione, inviata al numero verde 43002, deve essere necessariamente preceduta dall’indicazione della provincia nella quale si è verificato l’evento da segnalare. Il sistema inoltra automaticamente il messaggio   alla centrale operativa della Questura competente per territorio, inviando  al cittadino un sms automatico di presa in carico della segnalazione.
La sala operativa della Questura dispone immediatamente i primi interventi mirati alla protezione delle vittime, predisposti secondo modalità e criteri di alternanza tra la Polizia di Stato e l’Arma dei Carabinieri già  concordati in sede di riunione del Comitato Provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica.
Infine è stato visionato un breve filmato realizzato dalla Questura che illustra le modalità di funzionamento del servizio, invitando le emittenti televisive a volerlo trasmettere più volte nei prossimi giorni per diffondere in modo capillare l’iniziativa tra la popolazione.
 

ARTICOLI CORRELATI


LASCIA UN COMMENTO (Il commento dovrà essere approvato dalla redazione)

Please enter your comment!
Please enter your name here