Derby a senso unico, la COIM alle stelle dopo il 3-0 alla Volare

0
31

Le giallorosse conquistano la prima stracittadina in ambito nazionale disputata dalle due formazioni con i parziali di 25-18, 29-27 e 25-21, al termine di una partita complessivamente giocata meglio dalle padrone di casa, molto intensa sotto l’aspetto dei nervi come ogni derby che si rispetti e con tantissime azioni spettacolari.
La COIM si dimostra molto più preparata soprattutto nella gestione del match, riuscendo a prevalere in ogni parziale nei momenti chiave della partita. Più fragili invece le atlete della Volare che, seppur coriacee e tenaci, si sono puntualmente sgretolate sul più bello. Emblematica la spettacolare rimonta dell’Accademia nel secondo set, ribaltato dal punteggio di 16-23, quando la squadra ospite era proprio nel suo momento migliore di tutto l’incontro. Ancora una volta il carattere di Principe e compagne ha avuto la meglio entusiasmando il numeroso pubblico di casa, letteralmente in visibilio dinanzi all’ennesima impresa.
Una assenza per parte, Gritto per la COIM, Lamparelli per la Volare, oltre a quella del tecnico ospite Della Balda, sugli spalti a seguito della squalifica di un turno da scontare per somma di cartellini gialli. In panchina siede Ernesto Avitabile, già tecnico del Volare nelle passate stagioni.
L’inizio delle ostilità è subito scoppiettante, con tutte e due le squadre in piena trance agonistica, è vero clima da derby. La COIM dopo qualche errore di troppo inizia a sciogliersi e a sciorinare il suo gioco in maniera efficace e convincente, l’ottima difesa di Favino regala alle giallorosse contrattacchi a ripetizione e si arriva sul 10-6. Il tecnico ospite Avitabile chiama il primo time out sull’8-12 per provare a spezzare l’inerzia della gara ma senza i risultati sperati. E’ sempre Ferrone a trascinare la COIM in quest’avvio, l’opposto giallorosso è una furia ed il vantaggio aumenta. La Volare va in confusione e non riesce a giocare. Sull’18-11 COIM le ospiti però trovano un ottimo quanto inatteso break e con quattro punti consecutivi si rifanno sotto grazie ai muri di Giancane e alla parallela di Giovino, ma è soltanto un’illusione. L’Accademia supera subito la fase di appannamento e scappa di nuovo, stavolta è Morgia a suonare la carica con un efficacissimo turno d’attacco. Volare di nuovo tramortita e primo set archiviato sul 25-18.
L’inizio di secondo parziale è più equilibrato, anche se è la COIM a dare l’impressione di avere in mano le redini del match. Non appena le giallorosse aumentano il ritmo la Volare non riesce a tenere il passo ma piano piano la situazione cambia. La Volare ritrova fiducia e la buona regia di Izzo mette in condizione le proprie compagne di affondare i colpi. Le ospiti, cresciute sensibilmente sia in battuta che in attacco, conducono il gioco trovando il massimo vantaggio sul 18-12, la COIM resta a guardare e subisce l’iniziativa avversaria. Nemmeno l’innesto di Delli Quadri cambia la situazione, adesso la Volare gioca a meraviglia ed il set sembra ormai finito sul 23-16. Ma accade l’impensabile. La COIM tira fuori dal cilindro una delle sue proverbiali quanto entusiasmanti rimonte grazie ad un turno in battuta incredibile di una super Dell’Ermo e va addirittura a servire la prima palla set sul 24-23. E’ Lanza a tenere in partita le ospiti, finale al cardiopalma. La spunta la COIM, alla quinta occasione, complice un’invasione in attacco di Giovino. 29-27 e pericolo scampato, è di fatto la chiave del match.
Lo sforzo profuso si fa sentire nelle fila della COIM, le giallorosse tirano il fiato mentre la Volare dopo aver incassato la beffa scende in campo col coltello tra i denti e scappa subito sul 7-3 sfoggiando il muro delle sue centrali. E’ di nuovo Ferrone a provare a tenere in partita le giallorosse, è per gran parte suo il merito se il distacco rimane pressoché invariato anche al secondo time out tecnico che vede avanti la Volare 16-13. Si entra nella fase calda del set e la COIM si accende. E’ ancora una scatenata Ferrone, davvero in grande spolvero quest’oggi, a firmare prima la parità sul 18 pari e poi il sorpasso sul 20-19. La migliore tenuta mentale della COIM adesso fa la differenza, la Volare si scioglie come neve al sole e la COIM può gioire grazie ad un muro di Mezzapesa che chiude i giochi col punteggio di 25-21.
Altra grandissima partita per la COIM che chiude con il botto il suo 2014 e con ben sei vittorie in dieci gare conferma l’ottimo campionato disputato fino a questo momento dalle ragazze del mister Ruscello. L’Accademia si conferma imbattibile tra le mura amiche, sempre vittoriosa nelle gare disputate al Mario Parente, fortino inespugnabile di una squadra che col passare delle settimane sta trovando sempre maggiore smalto e brillantezza.
A bocca asciutta invece la Volare ancora alla ricerca dell’equilibrio giusto, non è bastata, oggi , la buona volontà mostrata dalla compagine di Della Balda, protagonista di qualche sprazzo di buon gioco ma senza continuità.
Adesso spazio alla sosta natalizia e ritorno in campo per la COIM il 10 Gennaio sul campo della Megaride Napoli, capolista del torneo e unica imbattuta nel girone.

Il tabellino della gara:

Accademia Volley: Mezzapesa 1, Ferrone 15, Principe © 9, Dell’Ermo 12, Morgia 8, De Cristofaro 3, Favino (L), Cona (L) ne, Delli Quadri 6, Napolitano ne, Varricchio ne, Pedicini ne. All. V. Ruscello, Vice All. A. Poccetti.

Volare Onlus: Lanza 15, Ndriollari ne, Giovino © 9, Colella 5, Guido (L), Lamparelli ne, Ulaj ne, D’Ercole 5, Giusti ne, Izzo 4, Giancane 11, Labruna ne. All. E. Avitabile.

ARTICOLI CORRELATI


LASCIA UN COMMENTO (Il commento dovrà essere approvato dalla redazione)

Please enter your comment!
Please enter your name here