Vaccini: ok Cdm al decreto. Obbligo da 0 a sei anni, 12 quelli obbligatori

1
86

Questo contenuto è bloccato. Accetta i cookie per visualizzarlo.

Via libera del Consiglio dei ministri al decreto legge che reintroduce l’obbligatorietà delle vaccinazioni per l’iscrizione a scuola. I vaccini obbligatori saranno dodici per l’età che va da 0 a sei anni.

“Per la scuola dell’obbligo la mancanza di documentazione sui vaccini produrrà da parte dell’autorità scolastica sanzioni dalle dieci alle trenta volte maggiori di quelle esistenti”, ha spiegato il premier, Paolo Gentiloni.

“Superare le difformità a livello regionale e dare un’ unica linea di indirizzo. Questo l’obiettivo del decreto approvato oggi, con cui abbiamo allargato a 12 le vaccinazioni obbligatorie per l’iscrizione a scuola, ha affermato il ministro della salute Lorenzin al termine del Cdm.  “Alcune misure” del decreto sui vaccini sono state approvate dal Consiglio dei ministri “salvo intese – ha aggiunto-: ci sono ancora dei nodi che tecnicamente stiamo cercando di risolvere”.

“Vogliamo aumentare la copertura vaccinale in tutto l’arco della vita del ragazzo. Nel percorso scolastico si interviene per verificare che la copertura sia avvenuta e laddove non lo sia stato per mettere in campo una serie di misure che siano piuttosto stringenti nei confronti della famiglia e mettano in sicurezza la comunità scolastica. Queste azioni ci permettono di alzare rapidamente il livello di copertura in tutta la comunità e mettere in sicurezza tutta la popolazione”, ha sottolineato Lorenzin. “La scuola avrà l’obbligo di riferire alla Asl la mancata vaccinazione, l’Asl avrà l’obbligo di chiamare la famiglia e dare dei giorni per vaccinare. Se ciò non avviene c’è una sanzione molto elevata. E il controllo avviene ogni anno, non una tantum”, ha aggiunto.

Lorenzin ha annunciato, inoltre, che si sta valutando l’obbligo per gli operatori sanitari.  “La questione dell’obbligo delle vaccinazioni per gli operatori sanitari sarà un altro aspetto che potremmo inserire nella fase parlamentare. E’ un problema ed infatti proprio gli operatori sanitari sono molto colpiti dai contagi in ospedale”.

L’OBBLIGO  SCATTA DA SETTEMBRE–  “L’obbligo delle vaccinazioni per l’iscrizione a scuola scatterà dal prossimo settembre per la fascia di età 0-6 anni, ma questa strada dell’obbligo riguarda l’intero arco da 0 a 16 anni anche se con modalità diverse”. In concreto, ha chiarito Lorenzin,  “da 0 a 6 anni se non si rispetta l’obbligo di vaccinazione il bambino non potrà entrare a scuola”.

Si tratta dunque dell’accesso ad asili nido e scuole materne. Invece, “dai 6 ai 16 anni – ha affermato – scattano una serie di misure: si dovrà cioè presentare alla scuola il certificato di vaccinazione; se non lo si presenta, il dirigente scolastico farà una segnalazione alla asl, la quale contatterà la famiglia e darà un arco di tempo nel quale effettuare la vaccinazione al proprio figlio. Se i genitori dovessero rifiutare la vaccinazione, ci saranno una serie di sanzioni molto pesanti”.

SANZIONI PIù PESANTI – “Per la scuola dell’obbligo la mancanza di documentazione sui vaccini produrrà da parte dell’autorità scolastica sanzioni dalle dieci alle trenta volte maggiori di quelle esistenti”, ha spiegato il premier

Questo contenuto è bloccato. Accetta i cookie per visualizzarlo.

ARTICOLI CORRELATI

Questo contenuto è bloccato. Accetta i cookie per visualizzarlo.


1 COMMENTO

  1. NO VAX? LORENZIN TI TOGLIE LA PATRIA POTESTA’
    FIRMA CONTRO OBBLIGATORIETA’ DEI VACCINI – PREVISTA DAL DISEGNO DI LEGGE 2679 DEL PD (19.5.2017) https://www.change.org/p/alla-corte-costituzionale-italiana-firma-contro-obbligatorieta-dei-vaccini-prevista-dal-disegno-di-legge-2679-del-pd/u/20322605 FIRMA E FAI FIRMARE PER LA SALVAGUARDIA
    DELLE CONQUISTE DEI PADRI COSTITUENTI
    FAI SENTIRE LA TUA VOCE: RESPINGI IL MEDIOEVO DELLA LORENZIN (Francesca PUGLISI firmataria della legge). MENTRE IN AMERICA TRUMP APRE UNA COMMISSIONE D’INCHIESTA SULLA CORRELAZIONE STATISTICA TRA VACCINI E Autismo, QUI IN ITALIA, SIAMO TORNATI AL MEDIOEVO PIU’ NERO. Questa legge è del tutto incostituzionale perché viola GLI ARTT. 3, 32, 33 E 34 DELLA COSTITUZIONE, TRADISCE LA CONVENZIONE DI OVIEDO E LA LEGGE 355/99, QUAND’ANCHE LA 210/92 (CHE RICONOSCE I DANNI DA VACCINO E QUINDI IMPLICITAMENTE LA CORRELAZIONE VACCINI-AUTISMO-OGNI SORTA DI MALATTIA AUTOIMMUNE, LEUCEMIE, CANCRI, COMPRESA LA MORTE). Firma E FAI FIRMARE per tutelare la libertà di scelta, il rispetto della persona, il diritto allo studio e la protezione dell’infanzia.
    Ricordiamo che, da un’indagine comparativa sull’attuazione dei programmi vaccinali in 29 Paesi europei emerge che 15 Paesi non hanno alcuna vaccinazione obbligatoria da anni e sono Austria, Danimarca, Estonia, Finlandia, Germania, Irlanda, Islanda, Lituania, Lussemburgo, Norvegia, Olanda, Portogallo, Spagna, Svezia, Regno Unito (SEDE DELLA GLAXO) e non si sono mai verificate epidemie di alcuna sorta. In Italia, e il calcolo è sicuramente per difetto (NON ESISTENDO UNO SPORTELLO DI DENUNCIA O DI RACCOLTA DEI DANNEGGIATI DA VACCINO) 400 MILA BAMBINI SONO STATI ROVINATI NELLO SPIRITO, NELLA MENTE E NEL FISICO IRRIMEDIABILMENTE.
    CORRELAZIONE STATISTICA VACCINI-AUTISMO IN USA
    La battaglia è sicuramente onerosa e richiederà un impegno di tutti per far firmare chiunque abbia il dono della conoscenza. Pensate che la censura e la dittatura sono arrivate anche al PARLAMENTO EUROPEO, dove la DIPLOMATA AL LICEO CLASSICO Lorenzin ha bloccato LA PROIEZIONE DEL FILM “VAXXED” (Vaccinato), GIA’ SEVERAMENTE VIETATO DALL’INQUISIZIONE ITALIANA. Basti ricordare che NEGLI USA NEGLI ANNI 70 VI ERA 1 caso di autismo su 10.000 bambini. PARTITA LA VACCINAZIONE DI MASSA, OGGI SIAMO ARRIVATI A 1 SU 38 BIMBI!!!ASSASSINI!!!! TUTTO PER FAR GONGOLARE NEL LUSSO LA BIG PHARMA, GLAXO, PFIZER, ASTRA ZENECA, AVENTIS, NOVARTIS , FLUAD ECC.

LASCIA UN COMMENTO (Il commento dovrà essere approvato dalla redazione)

Please enter your comment!
Please enter your name here