Il Partito Democratico di Sant’Agata de’ Goti risponde alle dichiarazioni della De Girolamo

0
54

Questo contenuto è bloccato. Accetta i cookie per visualizzarlo.

Apprendiamo dai giornali che l’onorevole Nunzia De Girolamo vuole scrivere al ministro Lorenzin. Sembra di capire che oggetto della missiva sia l’ospedale di Sant’Agata de’ Goti attanagliato dall’afa di questi giorni.

Ci fa piacere scoprire che anche alla deputata Nunzia De Girolamo interessi l’ospedale “Sant’Alfonso Maria de’ Liguori”. Allora all’onorevole potremmo raccontare le battaglie che abbiamo sostenuto per l’apertura del presidio ospedaliero di località San Pietro e tutte le iniziative, gli incontri e le interlocuzioni avuti a tutti i livelli istituzionali.

Probabilmente, però, la foga dell’onorevole nel rendersi utile e di aiuto, l’ha indotta a sbagliare l’interlocutore rivolgendosi direttamente alla Ministra: quest’ultima ha sicuramente competenza in materia, ma certamente non avrà tra le sue preoccupazioni quella di andare ad accendere l’aria condizionata nelle strutture sanitarie. La De Girolamo, ne siamo sicuri, saprà che la gestione e la manutenzione degli ospedali è competenza delle regioni. (O magari si sta rivolgendo ai livelli nazionali già ragionando in ottica elettorale?) E che, quindi, per risolvere un problema legato alla manutenzione straordinaria bisognerebbe rivolgersi al dottor Franklin Picker, commissario straordinario per l’Asl di Benevento, che tra l’altro da quando è stato nominato sta facendo il massimo per il “de’ Liguori”.

I disagi, dovuti al caldo di questi giorni, degli operatori sanitari e soprattutto degli ammalati sono notevoli. A loro esprimiamo piena solidarietà. Ma tali disagi sono stati già segnalati ai vertici aziendali e non c’era certo da aspettare la passerella dell’onorevole De Girolamo per sollecitare la risoluzione della problematica.

Abbiamo quindi il dovere di far sapere all’onorevole quanto già si sta facendo per l’ospedale di Sant’Agata de’ Goti. Magari l’onorevole avrà saputo del polo oncologico. Avrà saputo delle mille difficoltà legate alla razionalizzazione della spesa.

A differenza della De Girolamo, però, noi crediamo che la nomina di Vincenzo De Luca a commissario regionale ad acta per la Sanità sia una buona notizia sia per il nostro ospedale che per tutta la sanità campana. Una nomina, sì, quella di De Luca, fatta nell’interesse dell’intera Regione Campania, e non di pochi amici seduti in un salotto di casa.

Questo contenuto è bloccato. Accetta i cookie per visualizzarlo.

ARTICOLI CORRELATI

Questo contenuto è bloccato. Accetta i cookie per visualizzarlo.


LASCIA UN COMMENTO (Il commento dovrà essere approvato dalla redazione)

Please enter your comment!
Please enter your name here