Contratto di Fiume Calore e Sabato: venerdì 28 luglio seconda fase di “costruzione”

0
110

Il Contratto di Fiume Calore e Sabato cresce e si sviluppa, procedendo alacremente verso il suo obiettivo.

Venerdì  28 luglio, alle 18.00, presso la sala del Consiglio del Dipartimento Economia dell’Unisanno si aprirà la seconda fase della procedura di “costruzione” del Contratto di Fiume: quella della lettura del territorio, ovvero della presentazione degli aspetti ambientali e naturalistici integrati dagli aspetti economici e sociali dei Fiumi Calore e Sabato e del relativo bacino idrografico. I protagonisti della serata saranno i Prof.ri. Alessio Valente per gli aspetti ambientali ed il Prof. Giuseppe Marotta per gli aspetti economici sociali. Ciò dopo la approvazione della Dichiarazione di Intenti, la Conferenza di presentazione, i Contatti con la Regione Campania che ha dato il suo competente accompagnamento, dopo i contatti con l’Autorità di Bacino dell’Appennino Meridionale e con il Tavolo Nazionale dei Contratti di Fiume.

I Professori Valente e Marotta illustreranno il tema ciascuno a ragione delle proprie competenze. Lo faranno indicando piste di approfondimento, macrovoci e voci di riflessione. L’obiettivo di questa fase di lavoro è la elaborazione di una relazione articolata o, in alternativa,  di una monografia, completa, sugli aspetti ambientali e naturalistici sugli aspetti socio economici del Sottobacino del Volturno, Bacino idrografico Calore e Sabato, idonea ad accompagnare il successivo lavoro quello della definizione del Documento degli obiettivi strategici. Tali obiettivi costituiranno la terza fase nella procedura di allestimento del Contratto di Fiume. Secondo le linee guida del Ministero dell’Ambiente e dell’Istituto Ispra.

Prenderanno parte all’incontro del 28 luglio, oltre ai due professori protagonisti della serata, il dott. Endro Martini del Tavolo Nazionale di pilotaggio dei Contratti di Fiume. Interverranno anche i dott. Domenico Sportiello e Francesco Escalona della Regione Campania, Responsabili dell’ufficio Contratti dei Fiumi. Porgerà attenzione all’evento anche l’Autorità di bacino del Distretto dell’Appennino Meridionale, nella persona dell’arch. Raffaella Nappi, Dirigente dell’ufficio urbanistica ambientale.

Prenderanno parte tutti gli aderenti al Comitato Promotore del Contratto di Fiume, naturalmente. L’occasione va messa a profitto anche per avvicinare a questa nuova modalità di impegno civile e di intervento concreto sulla nostra realtà, le Autorità Pubbliche Locali, quali i Sindaci, i rappresentanti delle numerose istituzioni locali e i rappresentati provinciali e così avviare un costruttivo colloquio e darsi reciproco impegno di lavoro. L’obiettivo comune è collaborare fianco a fianco, per il benessere dei nostri fiumi e, soprattutto, delle nostre collettività.

ARTICOLI CORRELATI


LASCIA UN COMMENTO (Il commento dovrà essere approvato dalla redazione)

Please enter your comment!
Please enter your name here