EX DISCARICA IRREGOLARE DI CALVI (BENEVENTO), PEDICINI INTERROGA LA UE: A CHE PUNTO SONO I LAVORI DI BONIFICA?

0
84

 

Nuova interrogazione dell’eurodeputato del M5S Piernicola Pedicini sul grave problema delle discariche irregolari presenti in Campania e nel territorio nazionale per le quali l’Italia sta versando all’Ue una penalità annuale di circa 40 milioni di euro.

In questo caso Pedicini ha interrogato la Commissione europea sulla situazione della ex discarica irregolare di Fruscio-Matiano nel comune di Calvi in provincia di Benevento.

In particolare, ha chiesto che venga verificato lo stato dei lavori di bonifica e sicurezza del sito che sono stati finanziati con un fondo europeo di circa 3,2 milioni di euro, ricevuto dal Comune di Calvi nell’ambito del Por Campania Fesr 2007/2013.

Inoltre, ha chiesto alla Commissione di intervenire affinché venga accelerato il completamento dei lavori e affinché venga tutelata la salute dei cittadini e assicurata la protezione delle acque sotterranee così come previsto dalla direttiva Ue 2006/118/Ce.

Ad aprile scorso – ha precisato l’eurodeputato nell’interrogazione – l’autorità giudiziaria italiana ha sequestrato l’area contestando il reato di omessa bonifica del sito inquinato ma successivamente il Tribunale di Benevento ha disposto il dissequestro dell’ex-discarica. Le violazioni riscontrate – ha sottolineato Pedicini – fanno riferimento all’assenza del pozzo per l’estrazione di acque profonde inquinate da metalli pesanti (amminearomatiche e clorobenzene), all’assenza di torce di autocombustione per l’eliminazione del biogas proveniente dal corpo rifiuti (con potenziale immissione di gas nell’ambiente) e all’assenza dell’impianto fotovoltaico necessario al funzionamento delle elettro-pompe, finalizzate alla raccolta delle acque contaminate, con potenziale compromissione dei terreni e valloni adiacenti, nonché della falda idrica sottostante (la ex discarica di Fruscio-Matiano è adiacente a due valloni che fanno confluire le proprie acque nel fiume Calore).

La risposta della Commissione europea arriverà entro ottobre prossimo e sarà tenuta ad affrontare i quesiti e le informazioni fornite dall”eurodeputato pentastellato coinvolgendo le autorità italiane competenti.

ARTICOLI CORRELATI


LASCIA UN COMMENTO (Il commento dovrà essere approvato dalla redazione)

Please enter your comment!
Please enter your name here