Contrasto alla guida sotto effetto di alcool e droga: controlli della Polizia di Stato

0
84

Ancora in azione il drogometro sulle strade del Sannio durante lo scorso fine settimana.

Come ormai noto, lo strumento può rilevare la presenza di cannabinoidi, anfetamine, metanfetamine, cocaina e oppiacei.
In caso di risposta positiva del dispositivo è possibile ritirare la patente al conducente (in via preventiva), in attesa dell’esito degli esami specifici, i cui risultati saranno disponibili entro i successivi dieci giorni.

Si tratta di un importante contributo all’opera di prevenzione per la sicurezza stradale portata avanti dalla Polizia di Stato. Diversi gli equipaggi della Sezione Polizia Stradale che, unitamente a personale medico messo a disposizione dal Questore di Benevento, hanno collaborato nel week end al fine di controllare e sanzionare gli utenti della strada che guidano sotto l’effetto di droga o alcool.
In particolare, il dispositivo coordinato durante la serata di domenica dal Vice Questore Aggiunto della P.S. dott. Antonio Vetrone, Dirigente della Sezione di Polizia Stradale di Benevento, ha consentito di sottoporre ai controlli circa 60 conducenti, intercettati sulla SS 87 “Sannitica” e successivamente in ambito cittadino.

I test  per verificare l’assunzione di droga, così come già avveniva per l’alcool, avvengono sul posto in assoluta sicurezza sanitaria. Infatti non c’è alcun prelievo di sangue ed le operazioni si svolgono alla presenza di un medico della Polizia di Stato che sottopone il conducente ad una visita per rilevare l’alterazione psicofisica. Ciò consente di effettuare un alto numero di controlli in un tempo relativamente ristretto perché non c’è più la necessità di condurre il conducente in ospedale per verificare il test.

I controlli proseguiranno in quanto sono già stati calendarizzati altri servizi analoghi nel territorio della Provincia.

ARTICOLI CORRELATI


LASCIA UN COMMENTO (Il commento dovrà essere approvato dalla redazione)

Please enter your comment!
Please enter your name here