Piano nazionale per la riqualificazione sociale e culturale delle aree urbane degradate: convenzione comune Montesarchio-Consiglio dei Ministri

0
23

Firmata a Brescia la convenzione tra il comune di Montesarchio, con il sindaco Franco Damiano e la presidenza del Consiglio dei Ministri, con il ministro Maria Elena Boschi, per il Piano nazionale per la riqualificazione sociale e culturale delle aree urbane degradate. Nelle casse del Comune di Montesarchio arriveranno due milioni di euro, il trenta per cento di questa somma sarà subito disponibile: con questi fondi si lavorerà profondamente sul centro storico e sulle periferie cittadine, portando servizi e rendendo più efficienti le strutture. Il sindaco, accompagnato dai funzionari comunali Silvio Adamo ed Alfonso Petillo, dopo la firma e il saluto al ministro Boschi ha dichiarato: “L’evento di questa mattina ci rende orgogliosi per due motivi: il fatto che il Comune di Montesarchio riesca a primeggiare in un bando in cui altri 450 comuni hanno partecipato, testimonia quanto buono sia il lavoro che l’amministrazione, assieme alla macchina comunale ha messo in piedi. E poi è innegabile che con risorse così importanti si può far bene e lavorare al meglio per quello che è uno dei nostri obiettivi principali: rendere il centro storico fruibile e attrattivo in un’idea di città moderna e funzionale. Essere virtuosi nel trovare soldi al di fuori del bilancio comunale è stata una scelta obbligata: la capacità mutuabile dell’ente è finita, per via delle scelte precedenti di puntare solo su risorse comunali. Era più facile come metodo, ma ha avuto il risultato di appesantire il bilancio e noi non abbiamo avuto altra scelta rispetto al cercare risorse esterne, lavorando alacremente e con intelligenza assieme alla macchina comunale trovando finanziamenti importanti. Un lavoro ovviamente molto più difficile, ma più esaltante e fruttuoso per il paese. L’alternativa sarebbe stata vivacchiare, paralizzando l’ente e puntando solo sulla tassazione dei cittadini. Abbiamo scelto un futuro diverso per la nostra città.”

ARTICOLI CORRELATI


LASCIA UN COMMENTO (Il commento dovrà essere approvato dalla redazione)

Please enter your comment!
Please enter your name here