Occhio alla Superluna di Capodanno

0
87

Gennaio 2018 sarà il mese delle Superlune: sguardo al cielo nella notte del primo gennaio e poi in quella del 31

Anno nuovo, Luna piena. E oltretutto alla minima distanza dalla Terra. Quella che si mostrerà la notte del primo gennaio sarà la Superluna più grande del 2018. Uno spettacolo da non perdere perché l’anno che sta per iniziare non ne riserverà molte altre visibili: dopo quella di Capodanno, l’ultima occasione sarà nella notte del 31 gennaio.

Alle 22.56 del primo gennaio il nostro satellite si troverà a una distanza di 356.565 km dalla Terra (la distanza media durante l’orbita è di 384mila km) e di lì a poche ore raggiungerà la fase di Luna piena. Una coincidenza che la farà apparire ai nostri occhi più grande e più luminosa del solito. Una Superluna, appunto.

Entrato ormai nel nostro vocabolario, il termine Superluna indica una particolare coincidenza astronomica che gli esperti preferiscono chiamare Luna piena (o nuova, a seconda della fase) al perigeo, cioè alla minima distanza dalla Terra. L’orbita della Luna attorno al nostro pianeta, infatti, è ellittica, pertanto la distanza del satellite non è sempre la stessa ma varia da un valore minimo (perigeo) di circa 356.

410 km a un valore massimo (apogeo) di circa 406.740 km. Una differenza di circa 50mila km, sufficiente a far apparire la Luna in perigeo in media del 14% più grande e del 30% più luminosa.

La Superluna di Capodanno “apparirà poco più del 7% più grande e un po’ più luminosa della media, ma non sarà facile cogliere queste differenze”, spiega Gianluca Masi, astrofisico e responsabile scientifico del Virtual Telescope Project.

wired.it

ARTICOLI CORRELATI


LASCIA UN COMMENTO (Il commento dovrà essere approvato dalla redazione)

Please enter your comment!
Please enter your name here