InCanto di Natale. Romano a Picucci: “Un successone…come la Duna negli anni 80”

0
88

“InCantodiNatale”: un successone”. Questo e altro ancora è il canto comune dell’Amministrazione ed in particolare dell’assessore alla cultura Oberdan Picucci. Raddoppiate se non triplicate le presenze, sold out nelle attività recettive, incassi “paperoneschi” per tutti i comparti commerciali, il tutto in uno scenario da mille e una notte grazie alle scintillanti e futuristiche luminarie e all’albero tecnologico condito dal concertone di capodanno. (e omettiamo le giostrine). Così interviene stizzita Confcommercio commentando l’intervento dell’assessore alla cultura Picucci. Il tutto in giusta e garantita continuità con tutte le già realizzate manifestazioni. L’assessore Picucci a fronte del nostro iniziale scetticismo nello scorso mese di dicembre, afferma il presidente Nicola Romano, ci invitò all’assunzione di una più professionale e competente analisi, sempre che le nostre capacità e conoscenze lo avrebbero permesso. “Ossequiandoci” al consiglio dato ci permettiamo solo un analisi tecnica, nessun sold out nelle attività recettive, incassi in calo in ogni comparto commerciale, pernottamenti in linea con gli ultimi weekend dal mese di agosto, fatto salvo i weekend delle partite partite casalinghe della nostra amata squadra di calcio. Per l’atmosfera da sogno generata dalle sfavillanti luminarie ci soffermiamo a constatare che i fili a pioggia fecero la loro prima apparizione a metà degli anni settanta. In concomitanza a tale evento il gruppo FIAT auto ne approfitto per lanciare la mitica Arna Alfa Romeo . Successivamente agli inizi degli anni ottanta fecero la comparsa le splendide e colorati luminarie del Corso Garibaldi. La FIAT non perse occasione e ci regalò la mitica DUNA: Che dire delle scenografie disegnate dalle futuristiche apparecchiature dell’albero tecnologico, che i matusa come me ben ricordano nelle DISCO anni settanta. Le giostrine la, ruota? Che dire……………….. Che quanto realizzato possa piacere e soddisfare tutti i componenti dell’Amministrazione Comunale e che rappresenti la giusta e normale conseguenza di tutte le altre iniziative non sta a noi obiettarlo. Un detto antico recita: ogni scarrafon’ è bell à mamma soia. Quello su cui ci permettiamo di dissentire sono le ingenti somme, fin ora, investite. Per questo Natale € 45.000 Amministrazione, €25.000 Camera di Commercio, €100.000 Ente Provinciale del Turismo , bisogna poi tener conto che con altro stanziamento la Camera di Commercio ha arredato Via Traiano con alberi e luci Pertanto, In base alle note stampa, potremmo sintetizzare: Natale 2017 € 170.000 ,Natale 2016 € 300.000 Città Spettacolo 2017 €350.000 Città Spettacolo 2016 €600.000 circa. Risulterebbero investite risorse per circa 1.500.000 euro . La nostra Ascom non ha condiviso nessuna progettualità delle manifestazioni sopra citate, convinta da sempre che ogni iniziativa andrebbe veicolata e realizzata valorizzando il nostro immenso patrimonio ambientale, unitamente alle nostre eccellenze produttive territoriali. Ovviamente l’assessore Picucci potrebbe far leva sulle nostre conclamate incapacità. Come fare e a chi demandare l’arduo compito sopra tracciato dalla nostra Ascom ? Semplice, è sufficiente, afferma sempre Nicola Romano, affidare il tutto ad un “FELICORI” Sannita. L’arte dei Cannata e le innovative feste di piazza del direttore Artistico Giordano per quanto sopra detto hanno già prodotto troppi benefit al nostro territorio , un po’ di altruismo! Diamo opportunità anche ad altre comunità di usufruire della loro immensa e comprovata professionalità,.;:!!! “Augurandoci che il 2018 sia migliore degli ultimi 21 trascorsi”

ARTICOLI CORRELATI


LASCIA UN COMMENTO (Il commento dovrà essere approvato dalla redazione)

Please enter your comment!
Please enter your name here