Ridurre il rischio sismico conviene grazie alla monetizzazione del sisma bonus

0
167

RETE DELLE PROFESSIONI A SUPPORTO DEL TERRITORIO

“Il rischio Sismico è reale e riguarda l’intero Paese – spiega Mario Ferraro – Presidente di Ance Benevento. Basta pensare che a livello nazionale su 8000 comuni 5.800 ricadono nelle zone a più elevato rischio sismico. Mentre a livello provinciale su 78 comuni 48 sono considerati ad elevato rischio sismico.

Il 70% dell’edilizia privata e l’88% delle scuole nel Sannio richiedono interventi di messa in scurezza.”

Questo quanto emerso nel corso dell’evento appena concluso sulla Monetizzazione del Sisma Bonus. Opportunità per abitazioni più sicure” organizzato da Ance Benevento presso il Complesso San Vittorino.

L’occasione ha anche rappresentato il momento per la sottoscrizione della RETE delle Professioni, protocollo volto a coinvolgere Ordini professionali, Università, Ance e Confindustria Benevento con lo scopo di incidere sulle scelte programmatiche e di indirizzo che ai vari livelli di governo, coinvolgono il settore edile.

“Il Sisma e l’eco bonus sono misure già introdotte con la finanziaria 2017 e riconfermate e potenziate nel 2018. Spiega Filippo Liverini Presidente di Confindustria Benevento. Siamo fermamente convinti che attraverso la sensibilizzazione dei territori con iniziative come quella odierna sia realmente possibile puntare ad una maggiore scurezza dei territori e nel contempo garantire benefici indiretti per il tessuto economico.

“Il Governo – Spiega Rudy Girardi – Vice Presidente per il Centro Studi Ance, ha palesato, attraverso il sisma e l’ecobonus la volonta d rendere gli edifici più sicuri e meno energivori. Insomma si tratta di un’occasione per rilanciare un’economia del territorio ancore in grave difficoltà. I dati del centro studi mostrano un settore edile ancora in sofferenza e che che per una serie di motivazioni stenta a decollare.

Oggi finalmente si sono due strumenti SISMA ed ECO bonus che consentono di raggiungere un duplice obiettivo. Rendere le abitazioni più sicure con una spesa minima e sostenere l’edilizia e l’intero indotto”.

Hanno portato i propri saluti, Filippo Liverini Presidente Confindustria Benevento, Nicola Zotti, dell’Ordine degli Ingegneri della provincia di Benevento, Saverio Parrella Presidente Ordine Architetti della provincia di Benevento, Giampaolo Biele, Presidente Collegio dei Geometri della provincia di Benevento, Egidio Grasso, Presidente Ordine dei Geologi della Regione Campania, Walter Nardone, Presidente Ordine agronomi e Dottori Forestali della Provincia di Benevento, Fabrizio Russo Ordine dei Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili della provincia di Benevento, Ambrogio Romano, Consiglio Notarile dei Distretti Riuniti di Benevento e Ariano Irpino

Nel corso dell’evento è stato chiarito che con il Sisma Bonus si possono detrarre fino all’85% delle spese sostenute mentre con l’Ecobonus fino al 75%.

Il sismabonus prevede la possibilità di fruire di un’importante detrazione fiscale, fino all’85% delle spese sostenute, sugli interventi di adeguamento sismico delle case, degli immobili delle attività produttive e dei condomini. La spesa massima agevolabile non deve superare i 96.000 euro.

Hanno chiarito tutti gli aspetti tecnici della normativa: Francesco Manni della Direzione Centro Studi ANCE che ha sottolineato l’aspetto relativo al patrimonio immobiliare da rigenerare e riqualificare, Marco Zandonà –Direttore Area Fiscalità Edilizia ANCE che è intervenuto sui punti degli incentivi sugli aspetti normative fiscali del sisma e dell’ecobonus.

Nicola Massaro Area Tecnologie e Qualità delle Costruzioni ANCE, ha infine affrontato il tema dei requisiti tecnici per gli interventi strutturali ed energetici per il recupero del patrimonio esistente

Antonio Piciocchi Senior Partner Deloitte ha chiarito, nel corso del suo intervento, il funzionamento della piattaforma frutto dell’Accordo tra Ance e Deloitte e che consentirà di monetizzare il credito d’imposta maturato per i lavori di messa in sicurezza degli edifici.

Le conclusioni sono state affidate al Rettore dell’Università degli Studi del Sannio Filippo de Rossi e a Rudi Girardi Vice Presidente Nazionale per il Centro studi ANCE.

Ha moderato i lavori Alfredo Salzano – Giornalista.

ARTICOLI CORRELATI


LASCIA UN COMMENTO (Il commento dovrà essere approvato dalla redazione)

Please enter your comment!
Please enter your name here