M5S:”Sospendere il Regolamento sulla mensa in attesa della pronunzia del TAR di marzo”

0
28

Nei giorni scorsi il Comune ha reso noto l’affidamento temporaneo del servizio di refezione scolastica e il suo probabile inizio nella prossima settimana.

L’avvocato Vecchione ha immediatamente chiesto all’ente di sospendere l’efficacia e l’esecutività del Regolamento scolastico (che prevede l’obbligo di aderire alla mensa comunale per chi frequenta il tempo pieno) che inibirebbe il diritto di introduzione di cibi domestici nei refettori scolastici. Tale decisione sarebbe dettata dal buon senso, data l’imminente decisione del TAR Campania sul Regolamento stesso (prevista per la prima settimana di marzo). Sarebbe un segno di rispetto anche per tutte le famiglie che, nella latitanza del servizio pubblico, hanno dovuto provvedere autonomamente per garantire la pienezza dell’offerta formativa e l’avvio del tempo lungo (che, ricordiamolo, è un bene per tutta la comunità).

Auspichiamo, dunque, che l’Amministrazione risponda positivamente (e ad horas) alla sollecitazione dell’avvocato delle oltre 50 famiglie che già ebbero sospensiva dal TAR nel settembre 2017. In caso contrario sarebbe necessaria un’ulteriore istanza di sospensione cautelare del regolamento comunale, istanza da discutersi innanzi al TAR Campania, seppur ad immediato ridosso dell’udienza pubblica di discussione del ricorso.

Il muro contro muro non ha premiato fino ad ora: la riteniamo scelta sbagliata e ai danni dei cittadini.

 

Marianna Farese, Nicola Sguera

M5S BN

 

ARTICOLI CORRELATI


LASCIA UN COMMENTO (Il commento dovrà essere approvato dalla redazione)

Please enter your comment!
Please enter your name here