ABBATE RIBADISCE: “NESSUN ACCORPAMENTO TRA ASL”

0
28
“La Asl di Benevento non sarà accorpata a quella di Avellino”. Giulia Abbate, candidata Pd al Senato nel collegio Benevento-Santa Maria Capua Vetere, torna sulla questione che continua ad essere offerta, come spauracchio, ai cittadini dai candidati del centrodestra.
“E’ accaduto nella storia degli accorpamenti delle Asl – ha spiegato Abbate – che fossero fuse insieme aziende appartenenti alla stessa provincia, ma non è stata mai programmata una Asl articolata su più territori provinciali tantomeno quella di Benevento, in ragione della sua complessità territoriale. Il concetto di macroarea Bn-Av riguarda esclusivamente il calcolo dei fabbisogni complessivi (standard di posti letto; di strutture assistenziali di diversa tipologia) che vengono adattati per una popolazione che comprende le due provincie, ma restano imprescindibili e nette l’autonomia e indipendenza delle due Asl”.
“I vertici della sanità campana – ha continuato la candidata al Senato – sono stati chiari in tal senso: non c’è e non ci sarà nessun accorpamento e la Asl di Benevento è un ente virtuoso che funziona bene ottimizzando risorse e offrendo servizi alla collettività. Così come la realtà ospedaliera. L’autonomia di un’azienda ospedaliera è strettamente connessa con la classificazione in DEA di II livello, un eventuale declassamento comporterebbe la annessione del “Rummo” con la Asl territoriale, in esatto contrasto con i recenti provvedimenti (adottati recentemente) di annessione del presidio ospedaliero di Sant’Agata de’ Goti: una scelta effettuata per incrementarne la complessità e offrire al territorio una vocazione specialistica importante”.
“In definitiva – ha concluso Abbate – non ci sarà nessun accorpamento e sia la sanità sannita che quella irpina manterranno ognuna la propria autonomia”.

ARTICOLI CORRELATI


LASCIA UN COMMENTO (Il commento dovrà essere approvato dalla redazione)

Please enter your comment!
Please enter your name here